Pochettino: "Prima la Finale di Champions, poi il futuro"

Il tecnico degli Spurs, in conferenza stampa a Madrid, ha parlato del futuro e della finale che verrà

by   |  LETTURE 268
Pochettino: "Prima la Finale di Champions, poi il futuro"

Manca sempre meno alla finale di Champions League che vede scontrarsi il Tottenham di Pochettino e il Liverpool di Klopp, il 1° Giugno a Madrid al Metropolitano. In conferenza stampa, Mauricio Pochettino ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni sul suo futuro: “Oggi non c’è nulla di più importante del futuro più vicino.

Possiamo fare la storia, la nostra storia, e procurare ai nostri tifosi la più grande gioia che esista nel calcio. Pensare a cose che riguardano il singolo è un peccato, io non sono importante: ci sono cose più grandi.

Siamo concentrati al 200% sulla finale, dopo avremo tempo di parlarne. Mi sto godendo questo periodo. Stavo pensando che oggi fanno giusto 5 anni da quando ho firmato un contratto. Nell’ultima settimana abbiamo lavorato tanto e bene, stiamo per giocare una delle migliori partite possibili.

Credo che solo una finale di Champions o dei Mondiali possano essere considerate a questo livello. È un traguardo importante per questo club, un progetto differente dagli altri." Poi, la formazione che scenderà in campo: "Sarà difficilissimo e doloroso sceglierne solo undici, ma siamo sicuri di prendere le decisioni migliori.

Passiamo 12 ore al giorno con i nostri giocatori questa settimana e chi meglio di noi potrebbe sapere chi scegliere? Kane è tornato ad allenarsi in gruppo già venerdì e sabato scorsi, la situazione è molto positiva.

Abbiamo ancora una settimana per vedere come procederà, è fondamentale che si senta bene e molto positivo, vedremo. Non posso ancora dire se al 100% giocherà o partirà dalla panchina." Infine, Pochettino non guarda al passato: "Non possiamo prepararci per una finale di Champions guardando a mesi fa.

È una situazione in cui non ci eravamo mai trovati prima e ci stiamo attrezzando per essere pronti, senza pensare alle partite a Wembley o ad Anfield. Non sarà ‘Pochettino contro Klopp’ o una battaglia tattica, sarà tutto sull’emozione."