Chelsea - Mercato bloccato per le prossime due stagioni

La FIFA ha riscontrato delle irregolarità sul tesseramento di minorenni. La società londinese farà ricorso.

by   |  LETTURE 593
Chelsea - Mercato bloccato per le prossime due stagioni

Continua il periodo negativo in casa del Chelsea. Oltre ai risultati negativi ottenuti nelle ultime settimane, ai problemi di rinnovo di Hazard e al possibile esonero di Maurizio Sarri, arriva dalla FIFA anche il blocco del mercato dei blues per le prossime due stagioni.

I motivi del blocco sono delle violazioni relative ai trasferimenti e alla registrazione di giocatori di età inferiore ai 18 anni. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, sarebbero ben 92 trasferimenti di giocatori under 18 sotto inchiesta, di cui 63 riconosciuti come regolari e 29 ritenuti fuori dalle norme.

Il Chelsea, in un comunicato stampa, ha confermato che è per questo motivo che la FIFA ha preso tale decisione: “Vogliamo sottolineare il nostro rispetto per l’importante lavoro intrapreso dalla Fifa per la protezione dei minori, e la nostra collaborazione in questa inchiesta.

Da principio, il Chelsea era accusato per 92 giocatori: accogliamo con soddisfazione la notizia che la FIFA ha appurato che non sono state violate regole per 63 di questi 92 giocatori, ma siamo estremamente delusi dal fatto che non sono state accolte le nostre dimostrazioni per gli altri 29”.

Dunque, con il mercato bloccato sia in entrata che in uscita, il Chelsea dovrà risolvere al più presto alcune grane: la prima riguarda il presunto addio di Hazard, che vede scadere il proprio contratto nel 2020 e se dovesse partire a parametro zero, il Chelsea per un anno ancora non potrebbe prendere nessuno per sostituirlo.

La seconda riguarda invece Higuain: l'argentino ancora non ha convinto società e tifosi e soprattutto, con questo blocco imposto dalla FIFA, il classe 87' quest'estate potrebbe ritornare alla Juventus, visto che il club londinese non può non rispettare queste limitazioni.

Inoltre Abramovic, proprietario del Chelsea dal lontano 2003, dovrà pagare una multa di 600 mila franchi svizzeri, mentre la Federcalcio Inglese dovrà pagare sempre una multa di 500 mila franchi svizzeri, per aver dato il permesso di compiere trasferimenti illegali.