Adani torna a parlare di Allegri

L'opinionista di Sky è tornato a parlare di ciò che è accaduto nel dopo partita di Inter-Juventus, dove ha avuto un forte diverbio con il tecnico dei bianconeri.

by   |  LETTURE 476
Adani torna a parlare di Allegri

Adani torna a parlare di Massimiliano Allegri. Dopo ciò che ha affermato il tecnico livornese nei confronti di Adani a "Che Tempo che Fa", quest'ultimo è tornato a parlare di ciò che è accaduto Sabato sera nel post partita di Inter-Juventus, finita in parità con il risultato di 1-1.

(Per vedere ciò che si sono detti Adani e Allegri, clicca sul link https://www.calcioworld.it/news/videos/Italia/17338/video-allegri-si-scontra-con-adani-non-capisci-nulla-di-calcio-zitto-/). L'opinionista di Sky Sport ha parlato ai microfoni di Radio Deejay: "Quando cerco un confronto, chiunque sia il mio interlocutore, metto in condizione la persona che ho davanti a me di esprimersi e avere un contraddittorio adeguato, sempre argomentando e rendendomi conto di chi ho davanti.

Sabato non si poteva parlare solo della sfida contro l'Inter ma bisognava discutere anche della Champions League e della sconfitta della Juventus contro l'Ajax. Dal momento che Allegri ha un ruolo così importante e rappresenta una società e tanti tifosi, credo che dovrebbe sempre avere un argomento e un contraddittorio adeguato"

Adani ha poi continuato cosi: "Allegri è stato scortese, maleducato e arrogante. La frase sugli scudetti che ha vinto manca di rispetto a tutti quelli che ascoltano e che vanno allo stadio. Cosa farei se lo incontrassi? Lo saluterei, io non porto rancore.

Io ho i miei dati, un analista non deve per forza fare l'allenatore, ma un allenatore deve essere un analista. Io so chi ho davanti. Dopo la partita con l'Inter si doveva tornare a parlare del percorso fatto in Champions League dalla Juve.

L’intervistato deve cercare di argomentare per rispetto di chi è a casa e ascolta. Sicuramente è accettabile lo sfogo, ma quando hai un ruolo così importante devi avere un argomento adeguato. Quando è stato eliminato ha analizzato solo alcune cose, non altre."

Infine, l'ex calciatore chiude cosi la discussione: "La Juve deve vincere la Champions, lo Scudetto non basta più, la società non prende Cristiano Ronaldo per battere il Chievo."