Guardiola contro le troppe partite "uccidiamo i giocatori"

Secondo Pep non è possibile giocare ogni 3 giorni

by   |  LETTURE 795
Guardiola contro le troppe partite "uccidiamo i giocatori"

Guardiola ha alzato la voce. Dopo il mezzo passo falso del Bayern (0-0 ad Amburgo che è costato la condivisione della vetta con altre tre squadre) l'allenatore spagnolo ha deciso di protestare contro un sistema che non gli va più giù: "Come si può giocare ogni tre giorni ai livelli attuali? I giocatori corrono, prendono botte, stressano la loro muscolatura e spendono energie in voli e preparazioni.

Non possono essere sempre al top, anzi non lo sono quasi mai". Una volta avviato, Pep ha volutamente esagerato i termini, parlando di uccisione dei calciatori: "Se continuiamo così non vedremo più spettacolo, ma solo infortuni e partite di basso livello.

Lo dico davvero, stiamo uccidendo i giocatori ed il calcio in generale. A dicembre avremo bisogno di più tempo per rifare una preparazione completa, siamo indietro con la parte atletica per via dei Mondiali che ci hanno restitiuto le rose decimate".

Inifne, un'analisi rapida del prossimo avversario del Bayern, il sorprendente Paderborn, neopromossa con tanta voglia di stupire. Attualmente la matricola si trova in vetta assieme a Mainz 05, Hoffenheim e appunto, Bayern Monaco: "Il primo posto del Paderborn è meritato, altro che frutto del caso, come dice qualcuno.

Domani sera non sarà una partita affatto semplice, loro aggrediscono i portatori di palla per 90 minuti, giocano un bel calcio e sono decisi a stupire, hanno un grande entusiasmo".