Garcia: "Vorrei la rivincita con il Psg"



by   |  LETTURE 223

Garcia: "Vorrei la rivincita con il Psg"

Rudi Garcia si gode l'impresa con il suo Lione: "Sono felicissimo per i miei ragazzi. Il nostro preparatore atletico è italiano, per quello siamo così brillanti in campo. Il Bayern Monaco è un'altra squadra costruita per vincere la Champions, ma sogno una rivincita contro il Psg più avanti nella competizione"

Le parole di Garcia

"Sono costruiti per trionfare in Europa, ma abbiamo già fatto due imprese. Speriamo, come si dice in Italia, che non ci sia due senza tre. Sapevamo che sarebbe stato complicato e svantaggioso, ma sono felicissimo per quello che stanno facendo i ragazzi.

Non poniamoci limiti" Rudi Garcia aveva già festeggiato dopo gli ottavi. "Abbiamo fatto un exploit contro la Juve. Il risultato dell'andata è stato importante per la qualificazione. Non prendere gol in casa è stato fondamentale.

Poi dopo il rigore del vantaggio la partita si è messa bene per noi" "Il rigore del pareggio ci ha fatto un po' male. Nel secondo tempo la Juve è stata più pericolosa e poi è salito in cattedra Ronaldo, che ha fatto un gol da Champions.

Siamo stati calmi e abbiamo fatto un risultato da squadra anche grazie a chi è entrato a gara in corso. Senza Dybala per loro era più difficile. Ora noi poi stiamo difendendo bene. Stasera abbiamo preso gol, ma siamo passati e va bene.

Sono felice e orgoglioso della mia squadra" "Abbiamo fatto un primo tempo di ottimo livello sia all'andata che oggi. Nella ripresa abbiamo sofferto sia in casa, sia oggi. Allo Stadium però ci stava di soffrire quando la Juve non aveva più nulla da perdere.

E' sempre difficile giocare a Torino. Questa è stata la mia sconfitta più bella in Champions" Maurizio Sarri non aveva fatto drammi per l'eliminazione dalla Champions League. "Abbiamo fatto una grande partita, mi aspettavo meno dai miei ragazzi.

Purtroppo siamo andati sotto con un rigore così che poteva farci perdere la testa. Abbiamo dato tutto avendo anche diverse occasioni per il 3-1. Siamo usciti per il primo tempo giocato male a Lione, con sei vittorie, un pareggio e una sconfitta in Champions siamo fuori.

Stasera abbiamo fatto una buona partita, con Dybala e Douglas Costa avremmo avuti armi in più", aveva concluso l'ormai ex allenatore della Juventus, esonerato per mano di Garcia di fatto.