L'Iran si schiera contro i tatuaggi

La Federazione vuole punire due giocatori.

by   |  LETTURE 981
L'Iran si schiera contro i tatuaggi

La Federcalcio iraniana sta valutando di sanzionare due giocatori della Nazionale che hanno dei tatuaggi sulle braccia. Si tratta di Ashkan Dejagah, che gioca in Qatar nell'Al Arabi, e Sardar Azmoun del Rostov. Secondo la Federazione iraniana, infatti, i tatuaggi rappresentano una "invasione culturale occidentale che minaccia i valori islamici" e per questo motivo costringerà i giocatori a toglierli, perché cattivi modelli per i più giovani.

In un primo momento sembrava che i due dovessero giocare contro l'India con una maglia a maniche lunghe, ma così non è stato. Per la cronaca Azmoun ha segnato il primo gol del 3-0 contro gli indiani, ma questo non gli eviterà, insieme al compagno, di presentarsi davanti all commissione etica della Federazione, per spiegare le loro ragioni e co la speranza che l'ammenda, o qualsiasi altra decisione, sia il più lieve possibile.