Caso Kean/Matuidi - Il responso del giudice sportivo

Nessuna sanzione al Cagliari per i cori razzisti. Inoltre, il calsse 2000' dovrà pagare un'ammenda per la simulazione, poi ammonita.

by   |  LETTURE 249
Caso Kean/Matuidi - Il responso del giudice sportivo

Caso Kean/Matuidi: al Cagliari non verrà afflitto alcuna pena pecunaria. E' questo il responso del giudice sportivo che, nell'ultima giornata, ha dovuto analizzare anche il caso di razzismo verificato al Sardegna Arena Martedi nella partita Cagliari-Juventus.

Ecco il comunicato stampa del giudice sportivo della Lega Serie A per quanto riguarda questo caso: "Il giudice sportivo, letto il rapporto dell'Arbitro, letta, altresì, la relazione dei collaboratori della Procura Federale; dispone a cura della Procura federale accertamenti istruttori supplementari, riservandosi di disporre l'acquisizione di ulteriori elementi da parte degli Organi competenti, in ordine ai cori di discriminazione razziale di cui sarebbero stati oggetto il calciatore Matuidi e il calciatore Kean, entrambi in forza alla società Juventus, dovendosi in particolare con chiarezza appurare, impregiudicata valutazione spettante allo scrivente Giudice, in che fasi dell'incontro i suddetti calciatori sono stati, rispettivamente, bersaglio dei cori riconducibili comunque a manifestazione di discriminazione razziale e quale dimensione e percezione reale hanno avuto i fenomeni stessi" Dunque, bisognerà aspettare la sentenza della Procura federale, anche se gli ululati sia Kean, sia Matuidi e anche Alex Sandro li hanno sentiti.

Tra l'altro, al giovane attaccante è stata afflitta un'ammenda di 2000 Euro per aver simulato un fallo in area, venendo poi ammonito.