Serie A 23a giornata - Anticipi del Sabato

Pareggio senza gol tra Fiorentina e Napoli. Lautaro Martinez salva l'Inter e Spalletti.

by   |  LETTURE 231
Serie A 23a giornata - Anticipi del Sabato

Fiorentina 0-0 Napoli (Sabato ore 18) Pioli schiera una sorta di 4-3-3 con Ceccherini sulla destra, Hancko adattato centrale e Biraghi a sinistra, con Gerson e Chiesa ai fianchi di Muriel. Ancelotti da una chance a Mertens, al posto di Milik, e schiera il miglior Napoli possibile, rinunciando al solo Albiol, infortunato.

All'inizio del primo tempo, subito un cambio per il Napoli: esce per infortunio Mario Rui, al suo posto Ghoulam. E' il Napoli che si rende più pericolosa, grazie alle iniziative di Mertens e Zielinski, trovando però Lafont preparato.

La prima palla gol per i viola arriva soltanto dopo mezz'ora con Veretout, che però non ha fatto i conti con i super riflessi di Meret che ribatte d'istinto. Altra super parata di Lafont che, nei minuti finali, intercetta un tiro destinato in rete di Mertens.

Nella ripresa continua l'eccellente partita di Lafont, che si fa trovare pronto in tutte le occasioni. Al 57° altra sostituzione per infortunio: questa volta è la Fiorentina che sostituisce Hancko, appunto infortunato, facendo subentrare Vitor Hugo.

Pochi minuti più tardi la Fiorentina è obbligata a fare un altro cambio per infortunio, sostituendo Mirallas, subentrato al posto di Gerson, con Simeone. Nei secondi finali il Napoli va vicino al gol della vittoria con Milik che però non riesce a sfruttare al meglio un cross coi contagiri di Callejon.

Secondo pareggio consecutivo per la Fiorentina, che rimane al 9° posto con 32 punti. Mezzo passo falso per il Napoli che si porta a -8 dalla Juventus e a +9 dall'Inter. Parma 0-1 Inter (Sabato ore 20.30) D'Aversa conferma 10/11 della formazione schierata contro la Juventus, cambiando solo Biabiany con Siligardi.

L'Inter di Spalletti scende in campo con il 4-2-3-1, con D'Ambrosio a destra e non Soares, e Joao Mario ala destra. Primo tempo noioso con entrambe le squadre che non creano molto, aspettando soltanto un errore avversario per attaccare.

Ci pensa Gervinho a vivacizzare un po' l'incontro che, dalla propria metà, parte in velocità e indisturbato arriva nell'area dell'Inter dove però prende in pieno la traversa. Nella ripresa esce la vera Inter, rendendosi davvero molto pericolosa.

All'8° segna l'Inter con D'Ambrosio ma interviene il VAR: il terzino ci mette la testa ma colpisce il pallone con il gomito. Nei minuti finali accade di tutto. Lautaro Martinez, subentrato al 77° al posto di Joao Mario, segna al 79° il gol del vantaggio dei nerazzurri.

Poco dopo Gervinho e Inglese provano a mettere paura alla difesa dell'Inter, non riuscendoci però. Negli ultimi minuti Vecino di testa non chiude definitivamente l'incontro e Brozovic, con tanta sfortuna, prende il palo.

Terza sconfitta in cinque partite per il Parma, che rimane a 29 punti e vede allontanarsi la possibilità di qualificarsi in Europa League. Torna alla vittoria l'Inter seppur soffrendo, portandosi a -9 dal Napoli e a + 5 dalla Roma e Lazio momentaneamente quarte a parti punti.