Serie A 23a giornata - Anticipo del Venerdi

Vittoria fondamentale per la Roma che vola al 4° posto. Per il Chievo sarà dura salvarsi.

by   |  LETTURE 144
Serie A 23a giornata - Anticipo del Venerdi

Chievo 0-3 Roma (Venerdi ore 20.30)

Di Carlo reintegra Frey nella rosa e lo schiera titolare sulla fascia destra, al posto di Depaoli. Confermata la coppia d'attacco Stepinski-Djordjevic con alle spalle Giaccherini. Di Francesco, in vista della sfida di Champions League contro il Porto, lascia fuori Florenzi, De Rossi, Manolas (infortunato) e Olsen (infortunato), oltre ad Under, anche lui infortunato. Al loro posto, Mirante in porta, Marcano in difesa, N'Zonzi e Schick.

Parte subito forte la Roma che con Dzeko e El Shaarawy si rende molto pericolosa, soprattutto con l'italo-egiziano che va più volte vicino al gol. Al 9° minuto però il n° 92 giallorosso porta in vantaggio la propria squadra, segnando così il suo ottavo gol in stagione. Al 18° raddoppia la Roma con Edin Dzeko che, con una bella finta, manda fuori tempo i difensori clivensi e batte così Sorrentino. Al 39° il Chievo è costretto a fare un cambio: subentra Depaoli al posto dell'infortunato Frey.

Nella ripresa continua il dominio giallorosso e al 51° arriva il terzo gol per gli ospiti, siglato da Kolarov che entra dentro il campo e dal limite dell'area batte per la terza volta Sorrentino. Continua il pressing della Roma, che con Dzeko prova a portare il risultato sullo 0 a 4. Al 59° esce per infortunio Schick, al suo posto Florenzi. Al 72° altro cambio forzato per il Chievo: per infortunio esce Depaoli, che era subentrato nel primo tempo al posto di Frey, per Schelotto. Al 77° la Roma va di nuovo vicino al gol, ancora una volta con Dzeko che di sinistro, sfortunatamente, prende in pieno la traversa. Pochi minuti più tardi, la Roma prende un altro legno con El Shaarawy, assistito al meglio da un ispirato Dzeko. 

Torna alla vittoria la Roma che si porta 4a in classifica e aggancia cosi la Lazio. Altra prestazione negativa del Chievo, sempre più ultimo in classifica. Servirà davvero un miracolo per salvarsi.