MISTER FANTACALCIO #12 - Difensori 23a giornata Serie A

Bani e Troost-Ekong nella Top 8. Per Ceccherini chance importante.

by   |  LETTURE 329
MISTER FANTACALCIO #12 - Difensori 23a giornata Serie A

Tante sorprese nella Top 8 di questa giornata, mentre nelle possibili sorprese ci sono giocatori che hanno giocato davvero poco e che in questo turno cercheranno il proprio riscatto personale. Però, prima delle due liste, ecco le partite della 23a giornata di Serie A:

  • Lazio - Empoli (Giovedi ore 20.30)
  • Chievo - Roma (Venerdi ore 20.30)
  • Fiorentina - Napoli (Sabato ore 18)
  • Parma - Inter (Sabato ore 20.30)
  • Bologna - Genoa (Domenica ore 12.30)
  • Atalanta - Spal (Domenica ore 15)
  • Sampdoria - Frosinone (Domenica ore 15)
  • Torino - Udinese (Domenica ore 15)
  • Sassuolo - Juventus (Domenica ore 18)
  • Milan - Cagliari (Domenica ore 20.30)
Cominciamo come sempre dalla Top 8:
  • Mancini
  • Pezzella
  • Bani
  • Danilo
  • Acerbi
  • Manolas
  • Troost-Ekong
  • Cancelo
Troost-Ekong è sempre sceso in campo in tutte le partite dell'Udinese.

Inoltre, ha ottenuto solo 3 cartellini gialli in stagione ma ancora non ha segnato nel nostro campionato. Forse il gol non arriverà proprio in questa giornata, ma il nigeriano può portare a casa un'ottima prestazione.

Ultimamente Cancelo si sta offrendo molto in fase offensiva, cercando di realizzare gol e assist, mentre ancora ha dei problemi in fase difensiva. Proverà a rifarsi. Manolas contro il Milan è stato davvero determinato, grintoso, reazione che ci si aspettava dal greco.

Chissà se riuscirà a trasmettere questa grinta ai propri compagni, come farebbe un leader vero. Contro l'Empoli, Bani è stato uno dei migliori della propria squadra. Cercherà di ripetersi anche contro un avversario difficile come la Roma.

Torna dal primo minuto Mancini che, oltre ad essere un giovane talentuoso difensore, è anche un abilissimo colpitore di testa. Danilo contro l'Inter ha giocato molto bene in una partita tutt'altro che semplice.

Contro il Genoa confermerà le sue prestazioni? Per la difesa della Lazio, Acerbi è una certezza. Merita sempre la fiducia dei propri mister e merita soprattutto la nostra. Da schierare. Ge. Pezzella, da vero leader, trasmetterà la proprio sicurezza a tutto il reparto difensivo.

Inoltre può essere decisivo sotto porta, soprattutto dai calci piazzati. Ecco invece le "possibili sorprese" :

  • Goldaniga
  • Peluso
  • Mario Rui
  • Gunter
  • Tavares
  • Izzo
  • Skriniar
  • Ceccherini
Che cosa hanno in comune Gunter, Tavares, Ceccherini e Peluso? Il minutaggio.

Può sembrare uno scherzo ma in 4 hanno totalizzato 1097 minuti sul campo. Facendo dei calcoli, un difensore che ha giocato tutte le partite ad oggi del campionato ha collezionato ben 1980 minuti (escludendo i vari recuperi).

Se si moltiplica per 4, cioè per il numero dei giocatori interessati, si arriva a ben 7920 minuti. Ora, mentre per Gunter è andata un pochino "meglio", 507 minuti in 9 presenze, per gli altri la situazione è critica.

Peluso ha collezionato solo 4 presenze, giocando per 335 minuti; Ceccherini ha collezionato 6 presenze, 2 in più del classe 84', ma ha giocato solo per 242 minuti. Invece per Tavares una sola presenza da 13 minuti.

Insomma, tutti e quattro i giocatori hanno giocato pochissimo e avranno una chance per riscattarsi in questo turno. Complice anche l'infortunio di Ghoulam e i suoi lunghi tempi di recupero, Mario Rui continua a essere titolare, forse anche perchè la prossima settimana si gioca l'Europa League.

In campionato intanto giocherà lui e sarà chiamato ad una grande prova contro una Fiorentina in forma. Goldaniga è un titolarissimo del Frosinone e se la squadra non vorrà subire troppi gol, dovrà puntare su di lui.

Inoltre toccherà a lui guidare la retroguardia ciociara ad un'altra grande prova di sacrificio. Con la squalifica di N'Koulou e con Djidji non al meglio, sarà Izzo il punto di riferimento della difesa granata.

Skriniar dovrà sistemare la propria difesa, visto che nelle ultime uscite hanno sofferto molto le incursioni avversarie. E' l'uomo giusto per ripartire?