Serie A 22a giornata: gli anticipi del Sabato

Incredibile Parma che riesce nell'impresa di fermare la Juventus. Parità tra Empoli e Chievo nello scontro salvezza. Napoli in scioltezza sulla Sampdoria.

by   |  LETTURE 223
Serie A 22a giornata: gli anticipi del Sabato

Empoli 2-2 Chievo (Sabato ore 15) Entrambe le squadre cercano punti vitali per la salvezza. Partono forte i padroni di casa che vanno vicino al vantaggio con Traorè, ma Sorrentino blocca il pallone. C'è da segnalare che al 29° il Chievo perde per infortunio il proprio capitano Pellissier, sostituito da Dordevic.

E' lo stesso serbo che due minuti più tardi regala un ottimo assist a Giaccherini che con una botta tremenda spacca la porta toscana. Nei minuti finali giunge il raddoppio dei clivensi con Stepinski che, approfittando di un rimbalzo strano del pallone, davanti alla porta di Provedel non sbaglia.

Quasi allo scadere però l'Empoli riapre la partita con Ciccio Caputo, sfruttando al meglio un cross rasoterra di Di Lorenzo. Nella ripresa l'Empoli trova il pareggio grazie ancora a Caputo su un grave errore di Hetemaj.

Su un lancio lungo di Provedel, il finlandese tocca male la palla lanciando cosi Caputo che supera Sorrentino e appoggia in rete il gol del pareggio. Caputo tiene vive le speranze di salvezza dell'Empoli, ora a quota 18 punti (16° a pari merito con l'Udinese).

Chievo invece che spreca l'occasione di accorciare sul Frosinone e il Bologna. Napoli 3-0 Sampdoria (Sabato ore 18) Napoli che prova a tenere il passo con la Juventus. Sampdoria che vuole consolidare ciò che ha fatto di buono in questa stagione.

Il Napoli è la squadra che crea più occasioni da gol, andando molto spesso vicino al gol, soprattutto con i tiri di Insigne. E' Milik però che porta in vantaggio gli azzurri: su un cross chirurgico di Callejon, il polacco deve solo appoggiare il pallone in rete.

Neanche 60 secondi dopo arriva il gol del raddoppio: questa volta invece è Insigne che trova la via del gol incrociando bene il pallone, dove Audero tocca ma non può nulla. Altro assist per Callejon che ha disputato un ottimo match.

Nella ripresa continua l'assedio azzurro nei confronti della porta difesa da Audero. Poco in partita la parte offensiva della Doria, con Quagliarella (alla ricerca del gol che significherebbe superare un mostro sacro come Batistuta) e Defrel che non si rendono molto pericolisi, grazie anche al reparto difensivo azzurro impeccabile.

All'89° viene assegnato un calcio di rigore al Napoli per un fallo di mano di Andersen. Sul dischetto va Verdi che non sbaglia e porta il risultato sul 3 a 0. Ottima partita del Napoli di Ancelotti che risponde cosi alle critiche ricevute in settimana e si porta momentaneamente a -8 dalla Juventus.

Sampdoria che arresta la propria corsa per l'Europa che conta. Inoltre si ferma anche Quagliarella, a segno da 11 partite consecutive. Juventus 3-3 Parma (Sabato ore 20.30) Juventus pronta a ripartire da Mandzukic, titolare dal 1° minuto, e da una difesa inedita.

Parma che cerca l'impresa. Primo tempo gestito bene dai bianconeri di Allegri, che giocano per oltre la metà del primo tempo nella metà campo del Parma. Però sono i crociati che si rendono pericolosi con Scozzarella che, dalla distanza, trova la deviazione di un giocatore bianconero che per poco non va nella porta difesa da Perin.

Al 36° arriva il gol della Juventus con Cristiano Ronaldo che, cadendo, tira trovando la deviazione di un difensore crociato che spiazza cosi Sepe. Nella ripresa continua il pressing della Juventus con un Parma un po' troppo schiacciato in difesa.

Al 62° arriva il secondo gol bianconero con Rugani che, su un cross di Mandzukic spizzato da Ronaldo, si coordina bene di sinistro e batte Sepe. Al 64° arriva però il gol del Parma con Barillà che di testa sfrutta un cross perfetto di Kucka e supera Perin.

Male qui la difesa che si è fatta trovare davvero impreparata. Due minuti più tardi torna avanti di due gol la Juventus, ancora una volta con Cristiano Ronaldo che, di testa, approfitta di un assist al bacio di Mandzukic e porta sul 3 a 1 il risultato.

Partita in mano ai bianconeri che però sbagliano molto in difesa (si sente l'assenza della BBC, ndr) e subiscono così il gol del 3 a 2, segnato di tacco da Gervinho. Al 93°, quando sembrava quasi conclusa la partita ma, su un errore in disimpegno di Mandzukic, arriva il gol del 3 a 3 del Parma, segnato ancora una volta da Gervinho.

Juventus che soffre davvero tanto in difesa, buttando via una vittoria che è stata sua fino al 93°. Parma invece che sfrutta al meglio gli errori difensivi bianconeri, grazie soprattutto a Gervinho, autore di due gol, Inglese autore di un'ottima partita e Kucka, autore di due assist.