Coppa Italia: Fiorentina-Roma e Atalanta-Juventus

Spettacolo viola a Firenze che travolge una Roma totalmente assente in campo. Out la Juventus, eliminata da un'ottima Atalanta.

by   |  LETTURE 277
Coppa Italia: Fiorentina-Roma e Atalanta-Juventus

Fiorentina 7-1 Roma (Mercoledi ore 18.15) Pioli schiera Muriel prima punta al posto di Simeone e fa partire dal primo minuto Mirallas sulla fascia sinistra. Di Francesco lascia Dzeko in panchina, dando fiducia a Schick. E' la Fiorentina che gestisce la partita, mentre la Roma all'inizio sembra un po' stanca e scarica mentalmente.

Partono subito a mille i viola che passano in vantaggio con Chiesa al 7° minuto. Pochi minuti più tardi, precisamente al 18°, arriva la seconda doppietta consecutiva in Coppa Italia di Federico Chiesa che, in contropiede, approfittando di un errore complessivo della difesa giallorossa, batte Olsen con un pallonetto.

Riapre la partita al 28° Kolarov con il suo sinistro chirurgico, dove Lafont non può nulla. 5 minuti più tardi torna in gol la Fiorentina con Muriel, grazie soprattutto ad una bella giocata di Biraghi su Florenzi sulla sinistra.

Nel secondo tempo continua il dominio viola, dovuto anche ad una Roma molto bassa e molto giù di morale. Infatti al 66° i giallorossi perdono un pallone velenoso davanti alla propria area di rigore e Muriel, con un passaggio preciso, manda in porta Benassi che non sbaglia e porta cosi il risultato sul 4-1.

Al 72° svaniscono definitivamente le possibilità per la Roma di arrivare in semifinale di Coppa Italia: viene espulso Dzeko, subentrato al 46° al posto di Pastore, per proteste. Cosi la Roma rimane in 10 e continua a subire le azioni offensive della Fiorentina, che va sul 5 a 1, portandosi anche il pallone a casa, oltre alla quasi certa qualificazione.

Non finisce mai questo incubo per i giallorossi che subiscono al 79° e all'89° altri due gol, siglati entrambi da Simeone. Fiorentina cannibale: forse la miglior partita della stagione ad oggi, con protagonisti soprattutto Chiesa e Muriel che hanno giocato un'ottima partita.

Roma totalmente assente mentalmente e in campo; atteggiamento troppo passivo da parte dei giallorossi che escono in malo mado dal Torneo. Fiorentina in semifinale di Coppa Italia. Affronterà la vincente tra Atalanta-Juventus Atalanta 3-0 Juventus (Mercoledi ore 20.45) Atalanta in campo con il classico 3-4-1-2 con i soliti Gomez, Zapata e Ilicic in attacco.

La Juventus parte con il suo 4-3-3, con Khedira di nuovo dal primo minuto e De Sciglio al posto di Cancelo sulla destra. Parte forte l'Atalanta, che riesce a fare ciò che era riuscita a fare la Lazio in campionato, cioè bloccare la manovra bianconera.

E ci riesce, facendo giocare male Ronaldo&Co., riuscendo anche ad intimorire la difesa con Zapata e Ilicic. Al 26° entrambe le squadre sono costrette a fare delle sostituzioni: per l'Atalanta esce Ilicic per infortunio, al suo posto Pasalic; per la Juventus esce Chiellini, anche lui per infortunio, al suo posto Cancelo, adattando cosi De Sciglio centrale.

E da qui iniziano i problemi per la retroguardia bianconera. Non solo l'inedita coppia centrale Rugani-De Sciglio soffrono molto a contrastare un'inarrestabile Zapata, ma sbagliano molto, anche in passaggi semplici.

Al 37° passa in vantaggio con Castagne, che recupera una palla persa in fase di impostazione da parte di Cancelo e, arrivando indisturbato davanti alla porta, batte Szczesny. Nel giro di 2 minuti arriva anche il 2° gol dell'Atalanta con Zapata che, dopo vari contrasti al limite dell'area bianconera, recupera palla e lascia partire un destro potente dove Szczesny, forse partito con un pizzico di ritardo, non può di nuovo nulla.

Dopo il gol, viene espulso Allegri per proteste: secondo l'allenatore livornese, all'inizio dell'azione che porta al gol del colombiano c'è un fallo non fischiato su Dybala. Nella ripresa, senza allenatore e senza un'idea di gioco, la Juventus continua a soffrire le iniziative bergamasche, soprattutto i due centrali e Cancelo, che sbagliano più volte in fase di costruzione, segno di una serata no per l'intera squadra.

Entrano Douglas Costa e Pjanic per Dybala e Khedira, ma non cambia il gioco juventino. All'86°, su un grave errore in disimpegno di De Sciglio, arriva il secondo gol di Zapata, portando cosi il risultato su un netto 3 a 0.

Importantissima vittoria da parte dell'Atalanta, che raggiunge cosi la meritata semifinale. La Juve, dopo aver dominato per quattro anni il torneo e dopo aver giocato una partita a dir poco pessima (soprattutto il reparto difensivo, ndr), esce dalla Coppa Italia. Atalanta in semifinale di Coppa Italia. Incontrerà la Fiorentina.