Calciomercato: Sassuolo, Balotelli si può fare

Col passare dei giorni si fa sempre più insistenze questa indiscrezione che porta Mario Balotelli a vestire la maglia dei neroverdi.

by   |  LETTURE 241
Calciomercato: Sassuolo, Balotelli si può fare

Come tutti sanno, Balotelli a giugno non sarà più un giocatore del Nizza. L’attaccante italiano, in rotta con il proprio allenatore Viera e con la dirigenza del club francese, non ha voluto rinnovare il proprio contratto. Ed è per questo che il Sassuolo sta provando a prendere l’ex Milan e Inter già da gennaio, approfittando al meglio della situazione in casa del Nizza.

Altro nome importante per i neroverdi è quello di Martin Caceres. Il jolly difensivo è stato più volte accostato al Parma, eppure la trattativa non si è mai andata in porto: al momento è tutto bloccato e l’uruguagio non vuole rimanere alla Lazio, visto che gioca poco. Per la difesa ci sono anche Pisacane e Romagna ma entrambi i giocatori sono stati dichiarati, dalla dirigenza del Cagliari, incedibili.

Per quanto riguarda le uscite, Bologna, Fiorentina, Chievo e Cagliari stanno trattando con la dirigenza neroverde per Federico Peluso, davvero poco utilizzato ad oggi da De Zerbi. Anche Matri può dire subito addio: su di lui Genoa, Chievo, Frosinone e Parma.

Inoltre il Sassuolo vede arrivare tante offerte per alcuni dei propri giocatori più importanti: parliamo di Duncan, Sensi, Rogerio e Dell’Orco. La situazione sulla fascia sinistra è ben complessa: infatti solo uno dei due giocatori potrà partire mentre l’altro rimarrà. Sul brasiliano, in prestito dalla Juve, c’è il forte interesse del Chelsea di Sarri mentre sull’italiano c’è l’Empoli che lo acquisterebbe in prestito.

Su Duncan c’è il Napoli che, secondo le ultime news, preleverebbe il centrocampista classe 93’ direttamente a giugno, salvo possibili cessioni in questa sessione invernale, visto che Diawara e Rog lasceranno gli azzurri (in prestito, ndr) e Allan è corteggiato dal PSG che è pronto a fare follie per lui. Su Sensi ci sono Milan e Roma ma il presidente Squinzi ha confermato più volte che non cederà il proprio talento a gennaio,  visto che lui è il fulcro del gioco e può aiutare a portare la squadra di nuovo in Europa League.