Alla scoperta della Serie A: Le certezze

Dopo la lista delle squadre che hanno deluso di più e di quelle che si sono rivelate delle sorprese in questo girone d’andata di Serie A, ecco la lista delle squadre che si sono confermate in queste prime 19 giornate.

by   |  LETTURE 191
Alla scoperta della Serie A: Le certezze

C’è chi dice che stanno andando alla grande, chi invece critica perché non riescono a fare di più. Chi fa parte di questa lista in realtà sta confermando o andando ben oltre i propri standard, provando ad accedere alle competizioni europee o per vincere lo scudetto.

Scopriamo oggi chi fa parte di questa “prestigiosa” lista. Sassuolo Arrivata in Serie A nella stagione 13/14, il Sassuolo ha dimostrato subito di non essere una squadra come le altre. Dopo aver ottenuto per due stagioni consecutive la salvezza, il club emiliano, nella terza stagione nella massima categoria, si è posizionato 6°, conquistando un posto ai preliminari di Europa League.

Dopo essere uscita ai gironi, il Sassuolo ha poi confermato di essere una buona squadra che lotta per la metà classifica, ottenendo anche ottimi risultati. Inoltre, in confronto al girone d’andata dello scorso campionato, i neroverdi hanno collezionato ben 5 punti in più (attualmente a quota 25, ndr) e sono a 5 punti dal 6°posto, che significherebbe Europa.

Fiorentina La Fiorentina, in Serie A ormai da oltre 10 anni, è una squadra che cerca sempre di qualificarsi in una delle due competizioni europee. Da quando è stabilmente in A (Stagione 2004/2005), è riuscita, nella metà dei casi, a strappare un biglietto per giocare in Europa o addirittura Champions League.

Con 1 punto in meno in confronto alla 19° giornata della stagione scorsa, i viola sono una squadra ben costruita, che ogni anno riesce ad ottenere come risultato minimo il piazzamento a metà classifica. Anche se quest’anno i gigliati puntano a qualcosa di più visto che, come il Sassuolo, distano solo a 5 punti dal 6° posto.

Atalanta I bergamaschi sono una delle squadre più “rognose” da battere. Quest’anno sono riusciti a fermare Juventus, Lazio, Inter, Milan e Roma. Il loro punto forte è il gioco e il feeling che c’è tra i giocatori è ottimo grazie alla bravura di un allenatore come Gasperini, che può contare su Gomez, Zapata, Ilicic, Toloi, Palomino, De Roon e ai talenti come Mancini e Gosens.

8° in classifica, l’Atalanta vuole provare per il terzo anno consecutivo ad andare in Europa League (quest’anno purtroppo il percorso si è interrotto ai preliminari, ndr). Lazio È vero che ha 8 punti in meno paragonandola allo stesso cammino dello scorso anno, ma la Lazio attualmente è al 4° posto in classifica ed è ai sedicesimi di finale di Europa League, dimostrando di poter competere al meglio in entrambe le competizioni (sedicesimi di finale contro il Siviglia, ndr).

La squadra allenata da Simone Inzaghi è riuscita a tenere i migliori giocatori, due su tutti Milinkovic-Savic e Luis Alberto (eccezione fatta per De Vrij che è passato gratuitamente all’Inter, ndr) e a migliorare la rosa con innesti forti come Correa, Acerbi e Proto, portiere con molta esperienza.

Inter L’Inter di Spalletti, dopo essersi qualificata lo scorso anno in Champions all’ultima giornata contro la Lazio, si sta confermando sempre di più come papabile avversaria nella sfida scudetto con i bianconeri, anche se c’è molto da lavorare vista la distanza che c’è tra i nerazzurri e la Juventus, al momento a +14.

Con i suoi 39 punti in classifica (41 punti nella stagione 17/18), si trova stabilmente al posto, a -5 dal Napoli (vincendo anche lo scontro diretto in casa contro i partenopei, ndr) e a + 7 dalla Lazio. Uscita dalla Champions, questa Inter potrà senza dubbio arrivare fino in fondo in Europa League grazie alla rosa composta da ottimi giocatori come Icardi, Handanovic, Skriniar e Perisic.

Napoli Il Napoli, considerata la vera anti-Juve, ha confermato di essere una delle squadre più forti del campionato. Ciò è dovuto all’arrivo di un grandissimo allenatore come Ancelotti, che ha portata esperienza, qualità e determinazione.

A quota 44 punti ( 48 punti stagione 17/18), si conferma anche quest’anno come unica pronta a spodestare la Juventus dal suo trono, anche se i partenopei al momento si trovano a 9 lunghezze dalla capolista. È la seconda squadra meno battuta del campionato e sono ormai 8 anni che si posiziona sempre tra le prime 5 in classifica.

Inoltre, dopo essere uscita dai gironi di Champions e quindi “retrocessa” all’Europa League, (uscita si, ma a testa alta, ndr) ha grosse possibilità di arrivare alla fine della competizione, poiché viene data tra la favorite alla vittoria, visto che è una delle squadre più forti tra le 32 rimaste.

Juventus La Juventus è semplicemente una macchina da guerra “quasi” perfetta: con 17 vittorie e 2 pareggi ha totalizzato ben 53 punti sui 57 disponibili (record assoluto in Italia). Confermandosi prima in Serie A da ben 7 anni, i bianconeri hanno dimostrato di essere imbattibili in campionato, sbarazzandosi facilmente di tutte le avversarie: Genoa e Atalanta sono le uniche squadre che sono riuscite a strappare un punto a questa squadra famelica.

La Vecchia Signora, in questo 2018, è stata la squadra che ha totalizzato più punti (101 punti), ha ottenuto il maggior numero di vittorie (32), il minor numero di sconfitte (1) (0 sconfitte in trasferta, ndr), la più prolifica (100 gol fatti) e infine ha anche la difesa meno battuta (20 gol subiti).

Insomma, niente male. Inoltre, con l’arrivo di Cristiano Ronaldo, Cancelo e Can, la Juventus si sta confermando anche in Europa e a gli ottavi di Champions se la dovrà vedere contro l’Atletico Madrid di Simeone e Griezmann.