Materazzi si scatena in diretta con Vieri



by   |  LETTURE 189

Materazzi si scatena in diretta con Vieri

L'ultima diretta Instagram di Vieri con ospite Marco Materazzi è stata una delle più belle. L'ex difensore dell'Inter si è scatenato, parlando di tutto, ma soprattutto dei suoi anni gloriosi in nerazzurro, con Mourinho allenatore.

"Mou era un fenomeno. Il primo giorno arrivò alla Pinetina, non volava una mosca perché tutti avevano il terrore ma lui ci disse 'Oh, ma potete anche ridere!' Da lì è stato uno spasso: con noi era un fratello, un padre e un figlio di putt...

allucinante, ti ammazzava, ma si era creata grande empatia, tanto che nessuno si è mai permesso di pensare qualcosa di diverso da lui" Una volta disse ad Adriano 'Tu non giochi più', perché era tornato tardi da una serata.

La partita dopo era titolare in un derby con il Milan e fece una grande prestazione. Dopo una partita persa a Catania ci fu uno dei momenti più difficili, prese di mira soprattutto Balotelli. Poi una volta se la prese con Toldo che non giocava mai, gli disse 'Francesco non sei più lo stesso!'

E lui rispose: 'È vero, mister!' Dopo tutto questo andammo a Londra col Chelsea e giocammo alla grande. Facevamo degli allenamenti bellissimi, eravamo organizzati oltre che forti. La società gli mise a disposizione una squadra straordinaria e lui mise mano dove doveva"

Chiosa su triplete, con punzecchiatura alla Juventus. "Cosa sarebbe successo in caso di tre ko a Siena, in Coppa Italia e a Madrid? Io mi sarei ammazzato. Quando non vinci e arrivi secondo… Lo sai meglio di me. È già difficile arrivarci, la Juve arriva sempre lì e poi perde le finali.

Ma è difficile arrivarci. Io ho perso il 5 maggio e qualche finale di Coppa Italia, ci vuole fortuna. La Champions vale due campionati: finisce a dicembre e a febbraio è un’altra cosa”.