NEWS ESTERE

Olanda rifila la manita alla Spagna

Terence Santagà - 13-06-2014 - Letture: 793

Van Persie e Robben travolgenti

Olanda rifila la manita alla Spagna

La replica della finale di quattro anni fa è andata in scena stasera all’Arena Fonte Nova di Salvador, stadio ristrutturato completamente nel 2007. Sotto l’arbitraggio del nostro Rizzoli, la Spagna campione di tutto è scesa in campo con il modulo 4-3-3, piazzando la seguente formazione: Casillas; Azpilicueta, Sergio Ramos, Piqué, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Xabi Alonso; Iniesta, Silva, Diego Costa. I vicecampioni del mondo dell’Olanda ha risposto con un cauto 5-3-2: Cillessen; Janmaat, Vlaar, De Vrij, Martins; Blind; De Guzman, Snejider, De Jong; Van Persie, Robben.

La partita si gioca inizialmente su ritmi molto blandi, la prima occasione è sui piedi di Snejider dopo sei minuti, ma Casillas ipnotizza il trequartista del Galatasaray.

Al 19’ paura per Robben costretto ad uscire dal campo dopo essere caduto nei pressi di un tabellone pubblicitario, ma dopo un paio di minuti l’attaccante rientra senza problemi. Buon per Van Gaal, visto che il suo jolly d’attacco sarà il migliore in campo.

Al 22’ Sergio Ramos ha una ghiotta occasione sugli sviluppi di un corner, ma manca clamorosamente l’impatto con la palla.

Al 25’ ammonito de Guzman per un fallo tattico, e dopo pochi istanti Diego Costa si procura un rigore che Xabi Alonso realizza di precisione.

Il pareggio arriva al 43’ con un’incornata dal limite dell’area di capitan Van Persie che spicca il volo in tuffo come un angelo.

Non accade altro di significativo nel primo tempo, con la Spagna che abbozza uno spento tiki taka e l’Olanda più attenta a non scoprirsi che a pungere. Nella ripresa cambia tutto, e i fantasmi si impossessano delle menti iberiche.

Al 52’ Robben segna il goal del vantaggio, e la traversa di Van Persie (in leggero fuorigioco) otto minuti più tardi è un chiaro segnale di chi sta più in palla in questo momento. Al 67’ lo stopper De Vrij sigla il terzo goal per le arance di testa e le furie rosse crollano nel modo più inaspettato.

Arriva la quarta rete per mano di Van Persie, lesto a vincere un contrasto contro un disattento Casillas. Lo scontro fra i due capitani premia quello olandese, che al 79’ può vedere il compagno Robben partire in slalom, ridicolizzare l’intera difesa spagnola e segnare la “manita”.

Finisce 5-1 per un’esagerata Olanda che si candida prepotentemente come una delle favorite al titolo. Decisamente da rivedere la retroguardia iberica invece, Del Bosque non potrà dormire sogni tranquilli.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6