NEWS ESTERE

Götze regala la coppa alla Germania

Marco Avena - 14-07-2014 - Letture: 786

Battuta l'Argentina per 1-0 al secondo supplementare.

Götze regala la coppa alla Germania

La Germania è campione del Mondo. Come disse un giorno l'ex attaccante inglese Gary Lineker: “Il calcio è un gioco semplice, ventidue giocatori rincorrono un pallone per 90 minuti e alla fine vince la Germania”. Stavolta i ventidue in campo la palla l'hanno rincorsa per 120 minuti, ma alla fine a sorridere è stata comunque la Germania. Lo ha fatto con uno dei suoi talenti più puri, quel Mario Götze che fino ad oggi non era ancora del tutto sbocciato e che con un suo sinistro ha regalato alla Mannschaft il suo quarto titolo: 1954, 1974, 1990 e 2014. Quattro vittorie come l'Italia, una in meno del Brasile.

A proposito di Brasile, quelli visti stasera al Maracanà di Rio de Janeiro non saranno stati i “panzer” che avevano schiantato i verdeoro nella semifinale con un inverosimile 7-1, ma è altresì vero che con una concretezza che da sempre caratterizza il loro calcio hanno fatto il minimo indispensabile per ottenere il massimo risultato. Un gol, uno solo, tanto è bastato per sconfiggere un'Argentina che le chance più grandi le aveva avute con Higuain e con Palacio. Il bomber del Napoli aveva addirittura segnato, ma in netta posizione di offside. E Messi? La “pulce” si è fatta notare solo quando nel primo tempo è stata ripresa dalle telecamere mentre vomitava in campo, in uno stato confusionale che ancora una volta sanciva quanto in molti avevano sempre detto: il 10 del Barcellona è ben lontano da Diego Armando Maradona, colui a cui spesso era stato paragonato.

La Germania di Loew ha invece mostrato ancora una volta che il lavoro svolto in casa paga. Una nazionale figlia dell'integrazione, dove il programma meticoloso fatto a livello giovanile anche nei club – dove si bada più a preservare i talenti locali che a prendere giocatori stranieri da ogni dove (come invece avviene ormai troppo facilmente in Italia, ndr) –, un progetto su cui i vertici della federazione credono e un gruppo di giocatori uniti alla fine hanno pagato.

Al 113' della gara di oggi si è risolto un Mondiale che ha incoronato la Germania a poco a poco, partita dopo partita. Il gol un autentico capolavoro in velocità con Schürrle che è scappato sulla fascia sinistra e ha messo in mezzo un pallone per Götze, bravo a controlare di petto e col sinistro al volo a incrociare infilando Romero. “Deutschland über alles”, dunque, e arrivederci al 2018 in Russia.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6