NEWS

Dramma Vidal: al figlio serve un trapianto

Alessandro Cosattini - 07-09-2015 - Letture: 8932

Il bambino è affetto da diabete di tipo 1

Dramma Vidal: al figlio serve un trapianto

Arturo Vidal torna in Italia, ma questa volta il calcio non c’entra. L’ex giocatore bianconero spazza via con un solo tweet la polemica scoppiata in Cile per la sua presunta esclusione dal ritiro della Nazionale. Il cileno ha fatto conoscere al mondo intero il dramma del figlio Alonso, di soli 6 anni, affetto dalla nascita da diabete di tipo 1 e che necessita di un trapianto di pancreas.

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune che si manifesta prevalentemente nel periodo dell’infanzia e nell’adolescenza e che può danneggiare molti organi come l’occhio, il rene, il sistema nervoso, il sistema cardiovascolare e il sistema neurovegetativo.

Il giocatore ha raggiunto la moglie e il bambino a Torino, dove si trova attualmente sotto le cure della dottoressa Ivana Rabbone, specialista in endocrinologia e diabetologia pediatrica. Vidal ha spiegato tramite un post su Twitter la delicata situazione del figlio: “Oggi comincia la prima sperimentazione a livello mondiale di pancreas artificiale in età pediatrica!!! Viene chiamata #PEDerPAN a Bardonecchia, in Italia. Lì, i bambini, incluso nostro figlio, saranno seguiti da medici e ingegneri del Centro di Diabete di Torino, Milano, Roma e Napoli… Speriamo che questo esperimento vada bene!!! Vamos Guerrero!!!!”. E ce lo auguriamo anche noi, perché alla fine bravata o non, ciò che conta resta la salute del piccolo Alonsito. 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6