NEWS

L'Italia prenda esempio da quanto è successo in Brasile

Marco Avena - 04-09-2014 - Letture: 828

Club escluso dalla coppa per il razzismo dei suoi tifosi.

L'Italia prenda esempio da quanto è successo in Brasile

Si sente sempre dire che bisogna fare qualcosa per combattere il razzismo, ma alla fine dei giochi la musica è sempre la stessa. Tante parole ma pochi fatti. Non la pensano così in Brasile che per colpa dei tifosi ci è andato di mezzo un club.

E così il Gremio è stato escluso dalla Coppa del Brasile per insulti razzisti. È quanto ha deciso il Tribunale superiore di giustizia sportiva brasiliano a seguito degli insulti razzisti lanciati dai tifosi del club di Porto Alegre all'indirizzo del portiere del Santos Aranha.

Il Tribunale ha inoltre sospeso per 45 giorni l'arbitro Wilton Pereira Sampaio per non aver messo a referto quanto accaduto. La decisione presa nei confronti del Gremio è un fatto storico, mai in precedenza un club brasiliano era stato escluso da una competizione sportiva per il comportamento razzista dei suoi tifosi.

L'avvocato del Gremio, Miguel Assef Filho, ha parlato di "caccia alle streghe" sostenendo che gli autori di reati erano "solo quattro persone a fronte di oltre 30mila spettatori". Il club è stato inoltre multato per 17mila euro. I tifosi autori degli insulti nei confronti del giocatore del Santos sono stati tutti individuati grazie alle immagini televisive e non potranno seguire manifestazioni sportive per 720 giorni.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6