NEWS

Totti e i suoi body guard: pagati con magliette e biglietti stadio

Marco Avena - 11-11-2015 - Letture: 810

Il tutto per sorvegliare i figli dal 2008 al 2011.

Totti e i suoi body guard: pagati con magliette e biglietti stadio

Abbiamo scritto ieri dei nolenti coinvolgimenti di Francesco Totti e Daniele De Rossi (leggi qui la notizia) nelle note vicende di 'Mafia Capitale', con le paure del numero 10 giallorosso che gli rapissero i figli.

Oggi l'edizione romana di Repubblica.it racconta di come i quattro vigili "custodi di casa Totti" venissero regolarmente retribuiti affinché tutto filasse via liscio e tranquillo.

Luca Odevaine,  ex vice di Gabinetto di Veltroni, ha spiegato, come riporta Roma.repubblica.it: "La scelta cade su alcuni vigili che avevano fatto parte di un gruppo, i Pics (Pronto Intervento Centro Storico) durante il Giubileo (giunta Rutelli): alcuni di loro stavano per andare in pensione. Dissi al capo di questo gruppo (che all'epoca era Rocco Penna, oggi in pensione, ndr ): 'senti, c'è qualcuno che vuole fare dell'extra lavoro?'. Sei (erano quattro, ndr) di loro effettivamente hanno svolto questa funzione, ma fuori dall'orario di lavoro e pagati direttamente da Totti. Per un certo periodo questi soldi me li dava a me Francesco Totti, mi compilava un assegno tutti i mesi e io poi li davo a loro e poi dopo un po' ho detto: 'a me non mi piace questa cosa'".

"Le stesse fonti vicine alla famiglia del giocatore - riporta ancora Repubblica.it - spiegano che quei vigili tifosi della Roma venivano ricompensati con magliette o biglietti dello stadio, o al massimo rimborsi per la benzina".

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6