NEWS

Pallotta non arretra: "I tifosi sotto la curva? La m.... e' quella"

Alessandro Cosattini - 16-04-2015 - Letture: 821

Il numero uno giallorosso ha risposto ad alcune domande degli ultras su Twitter

Pallotta non arretra: "I tifosi sotto la curva? La m.... e' quella"

Proprio nel bel mezzo della settimana segnata dal sorpasso laziale al secondo posto, e infiammata dall'ira dei tifosi nei confronti del presidente Pallotta e dei suoi 'fucking idiots', da Trigoria è partito il lancio della campagna abbonamenti per la prossima stagione. Diventata immediatamente un nuovo terreno di scontro tra proprietà e tifosi: "Ora ci chiedete i soldi, ma non eravamo fottuti idioti?". E ancora: "Hungry for glory o hungry for money?", scimmiottando lo slogan del club. Ma non ci sono soltanto proteste: tanti altri, inviando mail a Trigoria, hanno manifestato il loro appoggio: "Cacciamo i barbari dalla curva e riempiamola di gente perbene", è uno dei messaggi di sostegno al numero uno del club. Nel pomeriggio, poi, la palla è tornata al presidente in una chat in diretta con i tifosi: un faccia a faccia su Twitter in cui il presidente giallorosso ha dato ampio spazio alla nuova presa di posizione presa .

La linea del numero uno giallorosso è limpida e serve forse a integrare quel "fucking idiot" che ancora fa discutere: "Mi sono sempre battuto per i tifosi della Roma, a Roma, in Italia e in tutto il mondo. Ma mi batterò solo per i veri appassionati e sostenitori, che sono la stragrande maggioranza. I veri fan possono criticare, ma sostengono ancora i giocatori. I veri tifosi non fanno commenti razzisti. Non creano situazioni violente. Non tirano merda sui giocatori che ci stanno provando. Non creano situazioni che poi pagano tutti gli altri. Tutti stiamo subendo le conseguenze delle azioni di pochi". 

Un attacco forte quello di James Pallotta. “Quello che interessa a me è provare a cambiare la cultura e sbarazzarci di quelle persone che non agiscono come sostenitori della Roma ma spingono i propri interessi. L'Italia non è nemmeno vicino ad essere il paese peggiore per quanto riguarda la violenza. Detto ciò, dobbiamo avere tolleranza zero e solo insieme possiamo farcela". A chi ha ricordato che i giocatori sono stati applauditi dopo il 7-1 col Bayern, Pallotta ha risposto dimostrando di non aver gradito anche altri gesti degli ultrà più beceri: "Negli ultimi mesi, un piccolo gruppo di tifosi ha insultato i giocatori, li ha chiamati sotto la Curva e ha detto loro che non meritano la maglia della Roma. Come nella partita con la Fiorentina. È stata una piccola minoranza, la "merda" è quella".

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6