NEWS

Roma: addio Gervinho. L’attacco è nei guai

Andrea Bonino - 22-12-2014 - Letture: 2747

Senza l'ivoriano Rudi Garcia in difficoltà

Roma: addio Gervinho. L’attacco è nei guai

Gli attaccanti della Roma non stanno attraversando un periodo felice. Meno male che ci sono difensori e centrocampisti a togliere le castagne dal fuoco a Rudi Garcia. Nelle ultime settimane Totti ha segnato solo in Champions League, Iturbe è sparito dai radar non riuscendo a prendere il volo mentre Destro non ha la fiducia del tecnico francese. L’unico veramente in forma è Ljajic che, sulla carta, sarebbe dovuto essere un rincalzo ma che piano piano, visti i suoi 4 gol in 20 giorni, sta scalando posizioni. Peccato che, ad eccezione del capitano, nessuno di questi sia un attaccante di ruolo. Lo è Gervinho che però lascerà nei guai l’allenatore capitolino.

L’ivoriano, anche se i giallorossi sperano di averlo per il 6 gennaio contro l’Udinese, quasi certamente partirà i primi di gennaio per la coppa d’Africa e se dovesse arrivare in finale (la Costa D’Avorio è tra le favorite del torneo, ndr) tornerà all’ombra del Colosseo verso la fine di febbraio senza alcun giorno di riposo. Un vero problema per “la Lupa” che dovrà tentare l’assalto alla Juventus e riprendere la corsa in Champions League rischiando di avere solo Totti come punta. A meno che Garcia non decida di riesumare Destro che ha una media realizzativa invidiabilissima.

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6