NEWS

Dzeko ecco cosa pensa della Roma

Federico Coppini - 28-01-2017 - Letture: 1417

Dzeko ecco cosa pensa della Roma

Uno dei migliori giocatori di questo inizio di stagione della Roma è sicuramente Edin Dzeko, il giocatore si è raccontato ai microfoni de Il Messaggero nell’edizione odierna.

Ecco quanto evidenziato da Calciomercato.it, ha esordito parlando della differenza tra Roma e la Bosnia:”L’ambiente, in generale, è più complicato di altri. In Inghilterra c’era meno pressione, se non giochi bene è normale che ti critichino. Ma le critiche fanno parte del gioco, le accetto. Roma è simile alla Bosnia: non ti criticano, ti insultano. Quindi sono abituato. Fai bene tre volte, ma se alla quarta sbagli, ecco che ricominciano con gli insulti. E’ come se si aspettasse l’occasione giusta per colpirti.

Tanti i gol sbagliati nella scorsa stagione: “Quello contro il Palermo non si può spiegare. Il gol a cui sono più affezionato, invece? Quello alla Juventus, il primo”.

Sul calciomercato: “Silvano Martina (agente di Buffon e amico del padre di Dzeko, ndr) è una persona importante per me, mi confronto con lui su tante situazioni. E’ vero, c’è stata la possibilità di andare in bianconero. Ma alla fine sono qui e sono felice di questa scelta. Se ho pensato di andar via quando le cose andavano male e non giocavo? Sì, succede quando non giochi. Poi ho deciso di restare e ne ero sempre più convinto, anche nell’ultima in casa contro il Chievo. Non ho giocato quel giorno, ma mi sono detto: da qui non mi muovo. Sono stato anche chiamato dalla Cina (ultimamente si è anche parlato per Dzeko di un ritorno di fiamma del Galatasaray, ndr). Penso che nella vita c’è solo una carriera. Io non mi sento ancora vecchio, voglio giocare tanto e ad alti livelli. Per me questo è più importante del resto. Anche dei soldi. Io ho guadagnato bene e sono felice così. Ho scelto di rimanere qui per vincere pure con la Roma. Il futuro post calcio? Non ci ho pensato, perché mi vedo calciatore ancora per tanto tempo. Se sarei contento qualora arrivasse un altro attaccante in giallorosso? A me piace giocare. Poi, ogni tanto, mi fa bene anche riposare”.

Sul possibile cambio ruolo: “Non sono un attaccante che resta in area di rigore ad aspettare. Mi piace partire da dietro, giocare con e per la squadra. Fare gli assist. Quando ero piccolo facevo l’ala destra, il mio idolo era Shevchenko. Sono impazzito per lui quando segnò la tripletta contro il Barça al Camp Nou”.

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6