NEWS

Rivera attacca Totti e finisce in bufera: ma era un fake!

Andrea Bonino - 08-10-2014 - Letture: 3283

Un imitatore si spaccia per l’ex milanista e spara a zero sugli arbitri e sul campione giallorosso

Rivera attacca Totti e finisce in bufera: ma era un fake!

Per dichiarazioni “lesive” o fuori luogo come quelle pronunciate da Francesco Totti nel dopo partita di Juventus-Roma dovrebbe esistere sanzioni, multe o squalifiche. Ma il calcio di oggi è soprattutto questo: moviola, polemiche e sospetti. Sempre e comunque. Ne sa qualcosa Gianni Rivera che 42 anni fa (1972) fu squalificato dopo alcune dichiarazioni sull’operato degli arbitri. «In Italia non siamo cresciuti col pregiudizio mentale: gli arbitri sbagliano ogni domenica e questo è il calcio italiano – ha detto l’ex campione del Milan a Rete Sport -. La sudditanza psicologica da parte degli arbitri esiste eccome: ho giocato a calcio anche io, bisogna andare avanti sperando che ce ne sia meno».

Le dichiarazioni del capitano giallorosso meriterebbero una sanzione? «Nel post partita i calciatori non dovrebbero mai parlare: il campo è battaglia, dopo non cambia nulla. Dovrebbe parlare solo la società». Non sarebbe cambiato molto viste la frasi di Walter Sabatini. «Totti calcisticamente è un fenomeno ma deve crescere sotto il profilo mentale. La tecnologia in campo? Sono sfavorevole. Snatura il calcio che diventerebbe un videogioco. In Italia c’è tanto da imparare nel calcio, partendo dagli stadi e da chi li frequenta. Io non sono mai stato insultato tanto come nei nostri stadi. Bisogna partire dai bambini: questo calcio fa male a tutti. E' giusto che Tavecchio sia stato squalificato, per quello che ha detto».

Peccato che a parlare non fosse veramente l'ex campione milanista, ma un imitatore che s'è spacciato per lui. L’emittente s'è immediatamente scusata sia telefonicamente che per iscritto con il diretto interessato ma anche con con l’Ufficio stampa della FIGC specificando che la persona intervenuta non era realmente Gianni Rivera e di essere stata raggirata. Rete Sport ha inoltre precisato che adirà le vie legali nei confronti della persona che ha millantato la falsa identità.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6