NEWS

Balotelli bocciato... da Steven Gerrard!

Alessandro Cosattini - 14-09-2015 - Letture: 838

L'ex capitano del Liverpool ha parlato di SuperMario nel suo libro autobiografico

Balotelli bocciato... da Steven Gerrard!

Il libro autobiografico di Steven Gerrard, “Steven Gerrard: my story”, farà molto discutere e riflettere in giro per il mondo. Dopo aver analizzato il difficile rapporto con l’ex tecnico dei Reds Rafa Benitez, l’ex capitano del Liverpool ha affrontato il tema Mario Balotelli.

Queste le parole contenute in un passo del libro di Gerrard: “Nella mia ultima stagione l'allenatore Brendan Rodgers venne da me a Melwood (centro di allenamento del Liverpool, ndr) un giorno di metà agosto e mi disse: "Sai che abbiamo mancato un paio di acquisti e praticamente al momento non ho opzioni se non qualche azzardo". Fece una pausa e aggiunse: "L'azzardo è Mario Balotelli". La mia reazione immediata fu "Uh oh!"». Come a dire che nemmeno lui ci credeva: «Non avevo mai incontrato Balotelli, ma avevo sentito le sue storie relative ai fuochi d'artificio in casa o di quando Josè Mourinho lo definì "ingestibile" - racconta il giocatore dei L.A. Galaxy nel libro - . Sapevo che, nelle giuste condizioni, Mario era un ottimo calciatore, ma il resto della sua carriera mi pareva solo talento sprecato. Questo è quello che pensavo». 

L’ex capitano dei Reds non si è risparmiato, e ha proseguito: “Mario fece il suo debutto contro il Tottenham il 31 agosto 2014 e non andò male, vincemmo per 3 a 0. Lui non fu eccezionale, ma lavorò duramente e sembrava volersi integrare, ma non sarebbe durata molto... Dieci giorni dopo Daniel Sturridge si infortunò in nazionale e sarebbe rimasto fuori per molte settimane. Improvvisamente l'azzardo Balotelli diventò pericoloso, perché sapevo che non avrebbe mai svolto il lavoro di unica punta che ci serviva - racconta ancora Gerrard - . Dopo l'esordio col Tottenham Mario era calato in allenamento e nelle partite successive, il suo comportamento non era buono, io cercai di aiutarlo e ho provato a farlo anche dopo, ma ho capito perché Mourinho disse che era ingestibile”.

E infine la sentenza definitiva su SuperMario: “Balotelli ha un potenziale di classe mondiale, ma non arriverà mai a certi livelli a causa del suo atteggiamento e delle persone intorno a lui: è sempre in ritardo, vuole sempre attenzioni, dice cose sbagliate sui social e per me non lavora abbastanza duramente ogni giorno in allenamento. Con lui è una battaglia persa: fa troppe cose sbagliate”. 

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6