NEWS

Il Milan vince, ma l’Udinese sparge veleno

Sergio Stanco - 01-12-2014 - Letture: 739

Stramaccioni e Pozzo contro l’arbitro

Il Milan vince, ma l’Udinese sparge veleno

Il 2-0 dovrebbe essere un risultato abbastanza netto, in grado di mettere al riparo da eventuali recriminazioni arbitrali, soprattutto se – come sembra dai replay – all’avversario è anche stato negato un gol (la palla di Rami avrebbe varcato la linea). Invece, dopo la sconfitta di San Siro quelli dell’Udinese sono furiosi contro l’arbitro Valeri.

Comincia Stramaccioni – “L’arbitro ci ha messo un’ora a decidere sul rigore di Honda (quello che ha sbloccato la partita, ndr), che tra l’altro si vede benissimo che si lascia cadere, ma poi non può espellere Domizzi visto che ci sono Karnezis e un nostro difensore sulla linea di porta” – ma il carico pesante ce lo mette Patron Pozzo, autore di un attacco clamoroso ai danni di Valeri: “Uno così non può arbitrare in Serie A – ha dichiarato nel post-partita – Può essere mandato in Serie C dove non fa danni”.

Il proprietario dell’Udinese è un fiume in piena: “Mi p venuto il mal di pancia quando ho saputo di questa designazione – ha continuato – visto la nostra esperienza con lui. Io non ce l’ho contro i dirigenti o i designatori, ma basta eliminare questi 2-3 arbitri scarsi e non avremo bisogno neanche di moviola. Cosa voleva fare il fenomeno? Si vede che non è sereno quando arbitra i grandi club…”. 

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6