NEWS

Maldini, juventino da bambino e oggi contro il calcio moderno

Marco Avena - 27-11-2014 - Letture: 3114

L'ex terzino a un evento della Fondazione Milan.

Maldini, juventino da bambino e oggi contro il calcio moderno

Paolo Maldini è stata un'icona del Milan e di tutto il calcio italiano eppure in tanti si sono chiesti come fosse possibile che il giorno del suo addio alla maglia rossonera una parte della tifoserie lo avesse fischiato. Un episodio sul quale Paolo Maldini è tornato a margine di un evento svoltosi presso l'auditorium di Assolombarda ed organizzato dalla Fondazione Milan.

"Non è stato un momento facile per me, non me l'aspettavo - ha raccontato Maldini -. C'erano 70 mila persone ma ricordiamo solo una piccola frangia di tifosi. Io sono una persona pensante e ho detto le cose come stavano: quanto successo ha marcato una linea più profonda tra me e quel tipo di calcio, che non penso rappresenti il futuro dello sport".

Maldini che oggi dice di vedere in De Sciglio il suo erede, ha raccontato anche di una sua passione particolare quand'era piccolino: "All'inizio tifavo Juventus, poi giocando nel Milan e per via di mio padre ho preso la strada rossonera".

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6