NEWS

Dubbio Faraone ma c'è un epurato in casa Milan: addio?

Sergio Stanco - 19-10-2014 - Letture: 2200

A Verona si rivede El Shaarawy

Dubbio Faraone ma c'è un epurato in casa Milan: addio?

Dopo lo sfogo in settimana - "Sono inc... nero per le panchine" - oggi El Shaarawy dovrebbe avere la sua grande occasione per convincere Inzaghi a concedergli definitivamente fiducia. Ne' Menez, ne' Bonaventura - disponibili ma ancora acciaccati - non dovrebbero essere della partita e dovrebbe toccare al Faraone guidare l'attacco rossonero.

Per uno che avrà la sua occasione di riscatto, ce n'è un altro invece che sembra definitivamente uscito dai radar del tecnico: Mexes per Verona non è stato nemmeno convocato. Era già successo per la trasferta di Parma, poi il francese era rientrato in lista più a causa degli infortuni e delle squalifiche dei compagni di reparto che per reale convinzione. Oggi sarà aggregato addirittura Zaccardo, mentre Mexes resterà davanti alla TV.

E questo almeno fino a gennaio, quando si tireranno le somme: il francese ha un contratto in essere molto oneroso  (8 milioni fino al 2015) che il Milan gli aveva chiesto di spalmare su due stagioni, ottenendo in tutta risposta un fermo diniego. Il legame si e' ulteriormente "sfilacciato" durante il mercato estivo, quando Mexes ha respinto tutte le offerte. A gennaio il Milan ci riproverà, perché oramai il rapporto - per usare le parole di addio di Conte alla Juve - si è semplicemente esaurito. Tuttavia Mexes potrebbe rimanere fermo sulle sue posizioni per arrivare a scadenza a giugno e "vendersi" al miglior offerente...

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6