NEWS  

Finisce così la conferenza di Vincenzo Montella prima della trasferta contro il Sassuolo

Federico Coppini - 25-02-2017 - Letture: 375


Finisce così la conferenza di Vincenzo Montella prima della trasferta contro il Sassuolo.

Sul mercato estivo: "Non è il momento per pensarci. Pensiamo solo al presente".

Sul futuro: "Guardo poco al futuro, io penso solo al presente".

Sulle difficoltà delle italiane in Europa: "Non so perchè ma nel calcio le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Io tifo sempre per le italiane in Europa, mi dispiace quando perdono. Ci sta comunque di perdere contro una squadra importante come il Borussia".

Sulla cessione del club: "Vi chiedo di aspettare ancora una decina di giorni e poi parleremo del futuro"

Sull'Europa League: "I preliminari non sono partite sulla carta difficili, quindi non sarebbe un problema qualificarsi attraverso i preliminari, anche se sarebbe meglio evitarli".

Sul cambio di proprietà: "Al momento non è previsto nulla di particolare per salutare Berlusconi".

Su Bertolacci: "E' stato fermo tanto anche lui in questa stagione. Dopo un infortunio le prime partite le fai bene, poi è normale avere un calo. Dal punto di vista mentale deve migliorare, l'obiettivo deve essere quello di non accontentarsi mai. Può migliorare ancora".

Su Vangioni: "E' arrivato infortunato e non si è allenato in gruppo per diverso tempo. Lui è un'ala che è diventato un terzino e per uno come lui non è stato facile adattarsi, ha avuto bisogno di tempo. Io non ero sicuro e quindi ho voluto avere un po' di tempo in più per valutarlo. Ora sta dimostrando le sue qualità e lo ha fatto contro avversari importanti".

Su De Sciglio e Calabria: "Stanno bene e sono disponibili per giocare domani".

Su Locatelli: "Sta bene, è motivato e ha voglia di mettersi in mostra. Mi piace molto il suo atteggiamento. Se domani gioca? Sosa ha fatto una grande partita contro la Fiorentina, vediamo oggi. Magari possono giocare insieme visto che sono complementari per me".

Sulla Fiorentina: "Quando ero a Firenze abbiamo raggiunto diversi quarti posti, siamo andati in finale di Coppa Italia, abbiamo perso una semifinale di Europa League e una di Coppa Italia dopo aver battuto la Juventus all'andata. Sousa? Non sempre si riesce a raggiungere gli obiettivi prefissati. La sua squadra però ha un'identità chiara".

Ancora su Berlusconi: "Non ho pensato a chi dedicare la prossima vittoria. Non ci siamo sentiti in questa settimana, ho sentito Galliani che è sempre presente"

Sul possesso palla: "Noi dobbiamo provare a dominare la partita e vincere. Come ho detto prima ora contano di più i punti delle prestazioni. Noi subiamo più gol a difesa schierata, quindi non in contropiede. Sono luoghi comuni".

Su Berlusconi: "Uno dei momenti più belli è stato firmare con il Milan, un sogno che ho avuto sempre fin da bambino. Se dovesse rimanere sarei felicissimo, se così non fosse ringrazierei per sempre Berlusconi e Galliani. Rimpianti? Non ne ho".

Su Gigio: "Non so se potrà diventare più forte di Buffon, ma gli auguro di fare una grande carriera come lui e vincere qualcosa in più in campo internazionale"

Sulla società: "Da quando sono qui mi sono rapportato sempre con la società attuale, che è sempre presente".

Su Lapadula: "E' tornato dalla Nazionale con una caviglia gonfia, ieri non si è allenato".

Su Bacca: "Siamo felici della sua decisione. Ha la nostra massima fiducia. Se da giocatore avessi accettato un'offerta così? Non lo so, dipenderebbe da diverse cose".

Sul caso Allegri-Bonucci: "Non posso giudicare le dinamiche degli altri. Da esterno, dico che gli esempi vanno dati nel momento giusto. Credo che sia stato difficile per Allegri rinunciare a Bonucci in una partita così".

Su Ranieri: "Nel calcio la riconoscenza non serve. Si guarda solo al presente e poco al passato. Ranieri ha fatto qualcosa di irripetibile. La sua impresa avvicina molto i sogni di tutti".

Sulla cena di ieri: "La cena è stato qualcosa di spontaneo, i giocatori avevano voglia di stare insieme. E' stato bello stare insieme".

Su Berardi: "Per marcare un giocatore importante come lui bisogna cercare di togliergli i rifornimenti".

Sul Sassuolo: "Sta ritrovando giocatori importanti, si conoscono bene. Al di là di Berardi, che è molto bravo a segnare, il Sassuolo è bravo a costruire azioni importanti".

Su Di Francesco: "Siamo amici. All'andata abbiamo avuto un rigore generoso, ma da allora ne abbiamo subiti di errori, che noi abbiamo sempre accettato. Non parlo mai degli arbitri, bisogna lasciarli sbagliare in pace. In questo campionato il Milan è in credito in merito agli errori arbitrali".

Su Donnarumma: "Sono felice che sia arrivato a questo traguardo. Mi auguro che ora potrà essere lasciato un po' in pace"

Sul momento: "Vincere fa sempre bene. Ci troveremo di fronte un avversario importante che negli anni ha dimostrato di poter battere chiunque. Speriamo si parli solo di campo e non succeda come dopo la gara di andata".

fonte: Milannews.it

 

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(129)