NEWS

Gli esuberi tormentano il Diavolo: troppa carne al fuoco

Andrea Bonino - 09-09-2014 - Letture: 1624

Galliani si gode il momento ma deve pensare a risolvere i casi spinosi

Gli esuberi tormentano il Diavolo: troppa carne al fuoco

Il Milan deve dimenticarsi in fretta l’entusiasmo per la chiusura di calciomercato con il botto e l’esordio con i fiocchi della nuova squadra targata Pippo Inzaghi. Adriano Galliani ha parecchie patate bollenti da pelare: sfoltire la rosa tagliando i giocatori in esubero o piazzandoli a gennaio. Una missione difficile, ma non impossibile per l’amministratore delegato rossonero.    

Agazzi ed Essien non rientrano nei piani del nuovo tecnico e devono cercarsi una sistemazione. L’ex portiere del Cagliari ha deluso e il Milan ha deciso di affiancare Diego Lopez ad Abbiati per un posto da titolare. Difficile per lui trovare spazio: a gennaio cercherà una sistemazione. Idem vale per il centrocampista ganese, fortemente voluto dall’ex Seedorf. Il problema è che se l’ex Chelsea non si abbasserà lo stipendio (2,5 milioni di euro) difficilmente troverà acquirenti interessati.

Diverso il discorso per Zaccardo e Mexes. Il primo ha fatto saltare l’accordo già raggiunto con il Parma per Biabiany al photo-finish: la cosa non è piaciuta né alla società né tanto meno ai tifosi che non vogliono più vederlo in rossonero. Proseguirà la stagione da “separato in casa” come il centrale francese che ha litigato con la dirigenza dopo aver rifiutato il taglio dell’ingaggio: 4 milioni di euro al pari di Torres. A differenza del collega però il suo contratto scade a giugno del 2015. Difficile che ci sia un chiarimento a breve: scontato il suo addio a gennaio. 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6