NEWS

Allegri: Vidal non si muove e per lo scudetto siamo in 7

Marco Avena - 29-08-2014 - Letture: 2571

Il tecnico ha tenuto un profilo basso nella conferenza stampa prepartita Chievo-Juventus.

Allegri: Vidal non si muove e per lo scudetto siamo in 7

Il passato non conta, parola di Massimiliano Allegri. Alla vigilia dell'inizio del campionato, il tecnico ha detto di essere sereno anche se sotto-sotto un po' di tensione per la prima vera gara alla guida della Juventus la starà sicuramente sentendo. "La squadra sta bene, ha lavorato, è pronta a partire per affrontare una partita difficile perché è la prima di campionato, contro un Chievo che ha cambiato tanto. Sarà difficile perché essendo la prima c'è tanta attesa, ma sono sereno", ha detto Allegri che ha annunciato Marchisio al posto di Pirlo e Llorente e Giovinco in panchina.

Così come ha annunciato che giocherà Vidal, ancora alla Juve anche per quest'anno: "Il ginocchio sta bene, si è allenato bene questa settimana ma è un ginocchio che va gestito – ha aggiunto il tecnico –. Domani Vidal partirà titolare. Per quanto riguarda la sua permanenza, è già stato ripetuto che Vidal è un giocatore fondamentale della Juventus, che rimane alla Juventus".

Nessun'altra parola sul mercato: "In questo momento parliamo di quelli che ho a disposizione, finché c'è il mercato purtroppo le cose sono un po' anomale. Il mercato per ogni allenatore è la manna del cielo e dopo quel momento bisogna solo pensare a lavorare. Alla vigilia di una partita parlare di mercato non ha senso. Giochiamo domani, vediamo come va la partita e poi con al società avremo tre giorni per mettere a posto, per integrare una rosa già forte, se ci sarà la necessità".

Poi una battuta sul campionato, il lotto delle pretendenti al tricolore per Allegri è ampio: "Per quanto riguarda le favorite non ci sono solo Juve e Roma – ha spiegato –, credo che l'Inter abbia fatto un ottimo mercato, è una squadra molto solida che si troverà a competere con Juventus e Roma. Il Napoli non credo che di colpo sia diventata una squadra scarsa. Credo che mercoledì sera siano stati anche sfortunati. La Fiorentina ha recuperato Rossi e Gomez, è rimasto Cuadrado ed è come se avesse fatto degli acquisti sul mercato. Il Milan stesso è la squadra che alla fine te la ritrovi lì e negli ultimi giorni di mercato Galliani inventerà qualcosa. La Lazio ha lavorato bene sul mercato. Credo ci siano un blocco di 7-8 squadre molto migliori delle altre, di quelle dal 10° posto in giù".

Senza dimenticare la Champions: "È un girone in cui ci sono quattro squadre campioni, non è un girone assolutamente facile, è il primo obiettivo della stagione – il commento di Allegri al sorteggio di ieri –. Anche l'anno scorso sembrava un girone facile poi la Juventus venne eliminata, quindi per noi dovrà essere un obiettivo da raggiungere a tutti i costi. Girone molto più equilibrato di quanto sembri. L'obiettivo? Dovrà essere il massimo poi dopo non so dove saremo bravi e fortunati ad arrivare. Ci sono degli incastri che se ti va bene ti ritrovi in finale senza accorgertene. Poi trovi squadre come Barcellona, Bayern Monaco, Manchester City, Paris Saint-Germain, Real Madrid che hanno fatto un mercato diverso. È il gap di cui sento parlare ogni giorno. Questo non vuol dire che la Juventus o la Roma non possano fare una grande Champions. Se saremo bravi, arriveremo dove ci meritiamo".

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6