NEWS

Marotta sconfessa Bonucci e racconta la sua versione su Draxler

Marco Avena - 02-09-2015 - Letture: 2329

Il dg ha messo la parola fine al calciomercato.

Marotta sconfessa Bonucci e racconta la sua versione su Draxler

“Siamo contenti, abbiamo centrato gli obiettivi, costruito un gruppo vincente considerando che fare meglio della stagione passata è difficile perché dovremmo vincere la Champions oltre agli altri trofei. Avete assistito a partenze non dettate dalla nostra volontà, come Pirlo, un leader silenzioso che con lo sguardo poteva incutere timore e sostituire gente come loro non sarà facile. Le società rimangono, ma i dirigenti gli allenatori passano, abbiamo allestito una squadra con profili interessanti mixando giovani e meno giovani”.

Così Giuseppe Marotta, direttore generale della Juventus che ha analizzato il mercato bianconero con un unico obiettivo: “Abbiamo l'obbligo di vincere, quando si parla di anno di transizione (di cui aveva parlato anche Bonucci dopo l'Udinese, ndr) lo rimando al mittente. Dobbiamo continuare a vincere come abbiamo fatto, sarà un'impresa straordinaria, la vittoria è simbolo di logorio, anche dopo partenze eccellenti, abbiamo un gruppo forte cui dovremo inculcare la mentalità vincente”.

Su Draxler ha spiegato la sua versione dei fatti: "Già a Villar Perosa il 19 agosto avevo detto che c'erano difficoltà oggettive a confrontarsi con lo Schalke, una società molto misteriosa dove non si sapeva con chi dialogare, Sapevamo di non arrivare alla conclusione anche perché la richiesta era sproporzionata e una mancanza del giocatore ci ha condizionato, il destino è nella testa dei giocatori, se il giocatore ha perplessità il trasferimento è difficile da definire, sono rimasto deluso perché non ho trovato interlocutori".

Marotta ha svelato che la Juve ci aveva provato anche con dei grandissimi: "Una società come la Juventus e i suoi dirigenti sono ambiziosi Anche noi cerchiamo di porci degli obiettivi utopistici, cercando giocatori che non sono avvicinabili per tanti motivi, perché magari guadagnano tanto o hanno un costo di cartellino, di diritti sportivi, elevato, perché magari si trovano bene in quella squadra".

 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6