NEWS

Il Top Player di Allegri: Un ex Inter del Triplete o un ex... Juve!

Sergio Stanco - 18-07-2014 - Letture: 25824

Marotta lavora a più soluzioni per il trequartista bianconero

Il Top Player di Allegri: Un ex Inter del Triplete o un ex... Juve!

Con il cambio di allenatore, si sa, si stravolge un po' tutto, dalla sede del ritiro, alle abitudini negli allenamenti. Inevitabile che cambino anche le strategie di mercato, soprattutto se la filosofia tattica del nuovo mister è molto diversa da quella del vecchio. Allegri ha deciso di impostare la Juve sicuramente con la difesa a 4, mentre Conte - lo sanno tutti - adottava quella a 3. Ma, soprattutto, l'ex tecnico del Milan là davanti gioca col trequartista (o due trequartisti) dietro una o due punte o, di tanto in tanto, col tridente offensivo.

Questo tipo di giocatori (in particolare il trequartista), manca alla rosa a disposizione: c'è l'ipotesi Giovinco, più seconda punta, o l'intrigante idea di avanzare Pogba alla Zidane, suo idolo da ragazzino. Allegri comunque vorrebbe avere un elemento di ruolo in quella posizione che per lui è fondamentale, anche per il gioco di schermo difensivo che tatticamente gli compete. Così si stanno valutando altre opzioni: qualche nome l'avevamo già segnalato ieri, Pastore (25 anni) ad esempio, ma anche Ljajic (24 anni) o ancora Lamela (22 anni), anche se l'argentino è più un attaccante esterno.

Ovviamente la caccia all'uomo non è finita e oggi escono altre due voci quanto meno interessanti: una pista porta a Wesley Sneijder (30 anni) eroe dell'Inter di Mourinho e vincitore del Triplete del 2010 con la maglia nerazzurra. L'ipotesi è suggestiva, ma trattare con i turchi del Galatasaray, che lo considerano il loro Top Players, non sarà semplice. Il buon Mondiale disputato, poi, non aiuta dal punto di vista della quotazione, che non è di certo inferiore ai 15 milioni di euro (e si avvicina più a 20).

A proposito di trattative complicate, Allegri ha fatto il nome di una vecchia conoscenza della Juve, sia perché ci ha giocato, sia perché anche Conte lo aveva segnalato: si tratta di Antonio Candreva (27 anni) centrocampista tuttofare della Lazio. Nel gennaio 2011 la Juve lo prelevò dall'Udinese (proprietaria del cartellino, giocava a Livorno) in prestito con diritto di riscatto fissato a 7,5 milioni per la metà (dunque 15 milioni la valutazione complessiva del cartellino), ma a fine stagione non esercitò l'opzione e Candreva tornò a Udine (e di lì a Parma). Ora, passati quasi 4 anni, la quotazione è ovviamente aumentata (si parla di 25 milioni) e Lotito non è uno molto incline agli sconti, anche perché può contare sull'interesse del PSG, munifico e scomodo concorrente per chiunque.

Così, a Torino non abbandonano la pista Pereyra (23 anni). Il centrocampista dell'Udinese piaceva tanto a Conte ma a quanto pare anche ad Allegri che ha dato il suo ok alla trattativa. Juventus e Udinese avevano già un principio di accordo, ma con l'abolizione delle comproprietà dovranno ridefinire l'affare. Affare nel quale potrebbero rientrare alcuni giovani bianconeri, su tutti Fausto Rossi (23 anni) e Marrone (24 anni), entrambi molto graditi al neo tecnico dei friulani Stramaccioni.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6