NEWS

La Juve zittisce Galliani: "Geometra, lei dovrebbe sapere..."

Sergio Stanco - 08-02-2015 - Letture: 3831

Durissimo comunicato a stampa della società bianconera

La Juve zittisce Galliani: "Geometra, lei dovrebbe sapere..."

Adriano Galliani e il Milan non avevano preso molto bene la sconfitta di Torino anche perché, a loro dire, condizionata da una serie di episodi arbitrali. Ma soprattutto l'AD rossonero non aveva digerito la scarsezza dei replay e la "manipolazione" video effettuata in occasione del primo gol di Tevez, partito da posizione dubbia. "Non è giusto che la Juve si produca le immagini da sola - ha detto Galliani - Così fanno quello che vogliono" (clicca qui per la notizia completa). A stretto giro è arrivata la decisa risposta della Juventus, che ha pubblicato sul suo sito uffficiale un comunicato al vetriolo dopo che il Milan aveva fatto altrettanto su Twitter accusando i bianconeri di falsare le immagini.

Ecco la lunga, dettagliata e piccata risposta della Juve alle parole dell'AD del Milan (il geometra nel comunicato: "Il Sig. Geom. Adriano Galliani, Vice Presidente Vicario e Amministratore Delegato dell’AC Milan SpA e Vice Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie A è tornato nelle ultime ore alle sue antiche passioni: la televisione e la geometria.Galliani pare però ignorare leggi dello stato, regolamenti approvati all’unanimità dall’Assemblea della LNPA e soprattutto il “campo. Galliani insomma getta in pasto ai media una polemica speciosa e farsesca perché tenta goffamente di mascherare agli occhi dei tifosi milanisti il chiarissimo risultato sul campo della partita di ieri. Tre a uno. Questa è la sostanza, il resto per completezza di informazione, segue".

Ed ecco la spiegazione da parte bianconera: "E' la Legge Melandri ad affidare alle singole squadre la produzione delle immagini televisive:"Galliani pare ignorare che è la legge Melandri ad affidare ai club la produzione delle immagini televisive e tale indicazione è stata doverosamente ribadita anche nelle "Linee Guida per la vendita centralizzata dei diritti audiovisivi", approvata all'unanimità dall'Assemblea della Lega Calcio. Pare ignorare che la stessa Lega, proprio per evitare qualsivoglia manipolazione, riserva a se stessa la designazione dei broadcaster nelle singole partite e, di conseguenza, dei responsabili della regia e dei producer. E che solamente nel momento in cui una società sia impossibilitata a svolgere questo servizio si può eventualmente avvalere di terzi: "Pare ignorare che la produzione in capo ad un soggetto diverso dal club è un'opzione, che interviene solamente quando il club comunica alla Lega Calcio di non essere in grado di provvedere diversamente. Galliani, poi, pare ignorare che ogni grafica (linee etc) viene effettuata dai broadcaster in post-produzione e non ha nulla a che vedere con la produzione live delle immagini, che in ogni caso viene gestita oIperativamente dal regista e dai producer designati dalla Lega, senza intromissioni da parte di altri soggetti. Galliani, infine, pare ignorare che da decenni la sua figura professionale ha agito in seno a due comparti principalmente: il calcio e la televisione. Quindi pare ignorare che ogni evoluzione, tecnologica, normativa e regolamentare è passata sotto ai suoi occhi, se non addirittura da lui decisa".

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6