NEWS

27 anni dopo: la Juventus ricorda Scirea con un messaggio da brividi!

Elia Guerra - 03-09-2016 - Letture: 20513

Ecco il messaggio della Juventus nel 27esimo anniversario della scomparsa di Gaetano Scirea

27 anni dopo: la Juventus ricorda Scirea con un messaggio da brividi!

Sono passati 27 anni da quel tragico incidente in Polonia, dove persero la vita il Campione del Mondo(1982) Gaetano Scirea, l'autista e l'interprete. Era il 3 settembre 1989, un giorno che verrà ricordato per sempre nella storia del calcio italiano e mondiale, un giorno triste, che ha reso il mondo calcistico più povero, più spoglio da quella purezza che solo Scirea sapeva trasmettere e di cui oggi ne avrebbe molto bisogno. La Leggenda della Juventus, infatti, non è amata e ricordata così tanto solamente per le fantastiche doti tecniche e il suo score pazzesco per un 'libero'(563 gare con la maglia bianconera condite da 26 gol), ma soprattutto per la sua semplicità, la sua umiltà e il suo animo nobile.

In questa riccorrenza la Juventus, ha voluto ricordare con un messaggio da brividi il suo Campione, scomparso troppo presto: "Ci sono giorni che segnano indelebilmente la memoria di qualsiasi appassionato di sport. Da un lato ci sono le date delle grandi vittorie, dei momenti più esaltanti. Dall’altro, purtroppo, ci sono quei giorni in cui senti che hai perso qualcosa. E continui a sentirlo, anche a distanza di 27 anni. È proprio ciò che accade a qualsiasi tifoso bianconero quando pensa alla scomparsa di Gaetano Scirea, che se ne andava esattamente il 3 settembre 1989. Sono passate quasi tre decadi, ma la sensazione di mancanza profonda è viva, come se fosse successo un mese fa. [...] Quel giorno il calcio italiano perse un Campione del Mondo, lo sport uno dei suoi rappresentanti più illustri, e tutti noi, soprattutto, perdemmo un grande uomo. Calciatore dalla classe infinita e dai modi forti e gentili allo stesso tempo, Scirea era diventato quasi naturalmente un esempio di correttezza, di valori sani legati allo sport. Da quel giorno siamo tutti un po’ più soli, Gai, ma una cosa è certa. Il popolo bianconero, che oggi si stringe attorno a Mariella e Riccardo, non ti dimentica e non ti dimenticherà mai". 

 

Parole davvero forti, da pelle d'oca, che ricordano a tutto il Mondo del Calcio quanto abbia bisogno di uomini, prima che calciatori, come Gaetano Scirea, campione dentro ma soprattutto fuori dal campo. 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6