NEWS

Un guerriero in gabbia che va gestito

Andrea Bonino - 19-09-2014 - Letture: 1492

Vidal ha recuperato ed è pronto a giocare. Ma Allegri preferisce gestirlo per Madrid

Un guerriero in gabbia che va gestito

Arturo Vidal ha dimostrato in più di un’occasione di meritarsi il soprannome di “guerriero”. In campo da sempre il 110% anche se magari il suo fisico non glielo permette. Difatti nel finale della passata stagione ha dato tutto fino a quando il suo ginocchio ha retto. Uno sforzo che lo ha portato a finire sotto i ferri prima del Mondiale per risolvere il problema al menisco del ginocchio destro. Una generosità che spesso gli procura guai pure di natura muscolare. L’ultimo, in ordine di tempo, con il Cile: una lesione muscolare ai flessori della coscia destra che lo ha costretto a saltare la sfida interna con l’Udinese e quella di Champions League contro il Malmoe.

Ora ha recuperato e, se dipendesse da lui, sarebbe pronto a partire dal primo minuto contro il Milan domani sera. Ma il muscolo è ancora a rischio infiammazione e bisogna gestire la situazione, senza fretta. Ecco perché a San Siro contro i rossoneri Vidal partirà dalla panchina per lasciare spazio al “solito” Pereyra prima di essere gettato nella mischia nella ripresa solo se la partita lo richiederà. Altrimenti Allegri lo risparmierà in vista della gara più importante di questa prima parte di stagione: la trasferta di Champions League a Madrid contro l’Atletico del 1° ottobre. Dalla panchina scalpiterà ma dovrà cercare di avere pazienza. Le lesioni muscolari vanno gestite al meglio per evitare ricadute.

 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6