NEWS

Champions League: la vendetta è un piatto che va servito freddo

Andrea Bonino - 15-09-2014 - Letture: 826

Chiellini: “Non dobbiamo farci acciecare dalla voglia di rivalsa”

Champions League: la vendetta è un piatto che va servito freddo

Giorgio Chiellini non vede l’ora di scendere in campo domani sera contro il Malmoe, nella partita d’esordio di Champions League. D’altronde per lui sarà la prima gara della stagione con la Juventus viste le due giornate di squalifica rimediate in campionato. Ma non solo: c’è stato anche l’infortunio in Nazionale. «Sto bene e non vedo l’ora di giocare – ha detto durante la conferenza stampa di vigilia seduto accanto ad Allegri -. Da venerdì mi alleno con la squadra senza nessun fastidio. C'è grande entusiasmo e credo che questo sia il sentimento che ci deve accompagnare principalmente durante questa nuova avventura in Europa. Non dobbiamo farci sopraffare dalla voglia di rivalsa per la delusione dell'anno scorso. Piuttosto dalla voglia di stupire e di fare grandi cose. Credo che con questi sentimenti potremo fare sicuramente grandi cose».

Guai a sottovalutare l’avversario: «Non ci aspettiamo una vittoria facile, anzi: siamo consapevoli che sarà una partita difficile, come tutte quelle di Champions. Abbiamo vissuto sulla nostra pelle delusioni importanti l’anno scorso e due anni fa contro Copenaghen e Nordsjealland. Dunque non dobbiamo sottovalutare il Malmoe. Vinceremo la partita solo mettendo in campo grande voglia, grande attenzione e grande rispetto per i nostri avversari. Tevez? E’ un giocatore fondamentale e lo ha dimostrato in tutte le partite da quando è arrivato. Però credo che l'importante è che sia la Champions della Juve non quella di Carlos». Dopo tre scudetti come si fa ad avere ancora fame? «Credo ve lo possa confermare anche Allegri: stiamo lavorando per cercare di ridurre al minimo gli errori, perchè anche se abbiamo vinto per tre anni di fila non vuol dire che siamo perfetti. Anzi: c'è sempre tanto da migliorare, sia personalmente che a livello di squadra. Dobbiamo certamente essere più cinici e chiudere prima le partite. In Europa, invece, dobbiamo avere più personalità e umiltà». 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6