NEWS

La Juve dichiara guerra a Lotito

Sergio Stanco - 15-09-2014 - Letture: 1248

Scintille tra Marotta e il presidente della Lazio

La Juve dichiara guerra a Lotito

Galeotta fu l'elezione del presidente federale, con Lotito alleato di Galliani che spingevano Tavecchio, opposti a Juve e Roma che invece avrebbero preferito il commissariamento. Ha avuto la meglio il presidente della Lazio, che ha chiamato ad uno ad uno i colleghi indecisi pur di convincerli a sposare la sua causa.

I primi giorni dell'era Tavecchio, poi, non hanno contribuito a rasserenare gli animi: Lotito e' stato accusato di eccessivo presenzialismo al seguito della Nazionale. Lui si è difeso: "Sono consigliere federale, ho il diritto di farlo". Gli ha risposto De Rossi: "I consiglieri federali sono 32, speriamo non vengano tutti, se no sai che casino".

Ora il fronte della 'battaglia', invece, si è spostato sull'asse Juve-Lazio, con Marotta che ha attaccato duramente Lotito: "Prima era un personaggio folcloristico - ha detto il DG dei bianconeri - Ora e' pericoloso, perché ha troppo potere".

Ovviamente la replica da Roma e' arrivata a stretto giro di posta: "Io rispondo solo ai miei pari grado - ha detto Lotito - dunque ad Agnelli. Marotta e' un gestore, non so neanche se si possa chiamare dottore...". E siamo solo alla prima puntata...

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6