NEWS

Altro capitolo della leggenda Dybala: "E' un ballerino"

Sergio Stanco - 13-03-2016 - Letture: 1311

Parla lo scopritore dell'argentino

Altro capitolo della leggenda Dybala: "E' un ballerino"

Chi, come noi, ha qualche anno fa ed è cresciuto al Nord, forse si ricorderà di Luca Cattani come presentatore televisivo in QSVS, programma calcistico di punta di Telelombardia. In pochi sanno, però, che è stato anche uno dei fautori, se non il principale "responsabile@ dei grandi colpi di mercato di Maurizio Zamparini. A lui il presidente rosanero deve infatti la scoperta di Vazquez e soprattutto Dybala.

L'ex dirigente del Palermo si confessa sulle colonne di Tuttosport e racconta come sia nato l'affare che portò l'attaccante ora alla Juve in Sicilia: "Galeotta una cena a Cordoba, nel 2011. Una cena alla quale io e Soriano partecipavamo per parlare di Franco Vazquez con i dirigenti del Belgrano. Tra i commensali, anche il presidente dell’Instituto che a un certo punto, con orgoglio, dice: io in squadra ho un giocatore ancora più bravo di Vazquez... Incuriosito, sono poi andato a vedere Dybala in azione e ne sono rimasto colpito".

E Cattani dá anche una curiosa spiegazione delle movenze del bomber argentino: "È come Messi, in campo ha imparato a ballare per schivare i calci degli avversari. È cresciuto in una palestra durissima, ma già allora faceva quello che gli vediamo fare ora".

 

 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6