NEWS

Povero Del Piero. E' diventato un caso politico

Marco Avena - 29-08-2014 - Letture: 4723

La decisione di andare a giocare in India è motivo di scontro in Italia.

Povero Del Piero. E' diventato un caso politico

Ogni scusa è buona in Italia per litigare, anche quando non si è coinvolti in prima persona si cerca sempre il diverbio. Suo malgrado stavolta è stato Alessandro Del Piero a scatenare polemiche, lui che per tutta la sua carriera di polemiche non è ha mai quasi create. La sua colpa? Quella di aver accettato di andare a giocare nella Super League indiana con la maglia del Delhi Dynamos mentre in India altri due italiani - i due marò detenuti per l'uccisione di un pescatore - rischiano la pena capitale.

Per prima a chiedere a Del Piero di non andare a giocare in india era stata Alessandra Meloni, presidente del partito Fratelli d'Italia: "Rivolgo un appello ad Alex Del Piero affinché rifiuti l'offerta di giocare in India fin quando i nostri maro' non torneranno in Italia - aveva scritto l'ex ministro su Facebook - Del Piero non ha bisogno ne' di soldi ne' di fama visto che è un simbolo indiscusso del calcio italiano e un'icona mondiale di questo sport. Una simile presa di posizione da parte sua sicuramente non passerebbe inosservata e potrebbe essere un importante segnale nei confronti del governo indiano e della comunità internazionale. Mi si dirà che non spetta a un calciatore fare quello che la politica non sa fare: nessuno più di noi è critico verso l'inerzia degli ultimi governi ma riteniamo che sia tutta l'Italia a doversi mobilitare, a partire dai suoi simboli più conosciuti".

Alla Meloni è presto arrivata la risposta di Del Piero: "So che la mia scelta di andare a giocare in India ha sollevato qualche perplessità in merito ai rapporti tra Italia e India, legati alla vicenda dei due marò detenuti là. Detto che non credo di essere l’unico italiano che intrattiene relazioni con l’India per motivi professionali, so bene però che quello che faccio io ha un impatto mediatico più ampio: accetto volentieri le responsabilità che il mio ruolo comporta. Nel caso specifico sono consapevole e soddisfatto della mia scelta, non sto andando in un Paese “ostile” e l’ultima cosa che vorrei è una strumentalizzazione del mio ruolo, e soprattutto che lo sport diventi un mezzo utilizzato per dividere al posto che per unire. Da italiano, come tutti i miei connazionali, non sono insensibile alla vicenda dei nostri marò e spero si arrivi presto ad una conclusione positiva per loro, e soprattutto che sia la più giusta. Io sono un giocatore di calcio, andrò in India per giocare a calcio, per onorare il mio sport e fare ciò che in questo momento più sono felice di fare: portare un messaggio positivo abbinato ai valori dello sport e alla diffusione del calcio in Paesi lontani dai percorsi tradizionali del pallone. Come l'India con la sua Indian Super League".

La prima edizione del torneo indiano è in programma dal 12 ottobre al 20 dicembre e a sostegno della scelta di Del Piero sono arrivate oggi le parole del governatore del Veneto, Luca Zaia: "Del Piero? Sbaglia se rinuncia ad andare a giocare in India - ha detto -. Se l'Italia si trova in questa situazione, facendo una figuraccia interplanetaria, la colpa non è di Del Piero, ma di un Governo non in grado di gestire le relazioni internazionali. Quando ero io al Governo, i rapporti con Putin o con gli Usa facevano forse sorridere qualcuno, ma le porte si aprivano. Adesso, invece, non c'è solo il caso dei marò: penso ad esempio al casino con il Nord Africa. Ecco perchè Del Piero non deve essere preso come capro espiatorio: fa bene ad andare a giocare lì, anche perchè può comunicare un bel messaggio. Lo invito dunque a non cedere un centimetro al fronte".

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6