NEWS

L'Inter sfida la Juve: doppio colpo in Qatar

Alessandro Cosattini - 29-12-2015 - Letture: 432

Domani ci sarà un amichevole a Doha tra i nerazzurri e i francesi

L'Inter sfida la Juve: doppio colpo in Qatar

Ha inizio ufficialmente la tournée invernale dell'Inter, che nella giornata di lunedì è sbarcata a Doha, in Qatar. La squadra di Mancini incontrerà il Paris Saint-Germain in amichevole e sarà un appuntamento da non fallire sul campo e soprattutto in chiave mercato.

Le due squadre si affronteranno in un test il 30 dicembre ma i discorsi più interessanti saranno quelli tra Piero Ausilio e i vertici del club francese. Gli obiettivi dell'Inter, che Mancini potrà adesso visionare e convincere in prima persona, sono Ezequiel Lavezzi e Gregory van der Wiel.

L'esterno argentino è il sogno di mercato dell’Inter di Mancini. Il Pocho, in scadenza di contratto a fine stagione, rappresenta senza dubbio una ghiotta occasione. Tanto che la concorrenza è spietata: Juventus, Arsenal e Tottenham sono sulle sue tracce. Lavezzi dovrebbe però ridursi l'ingaggio, dato che attualmente guadagna circa 4,5 milioni di euro. Insomma, la trattativa non è delle più semplici.

Stessa discorso per Van Der Wiel. L'ex terzino dell'Ajax andrà in scadenza a fine stagione. L’Inter in quel ruolo potrebbe veder partire almeno un uomo a gennaio, con Montoya primo indiziato e Santon e D'Ambrosio in secondo piano. 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6