NEWS

Da Yaya Toure' a Perin: la rivoluzione in casa Inter

Alessandro Cosattini - 05-03-2015 - Letture: 4095

I nerazzurri stanno iniziando a pianificare il mercato estivo, tra entrate ed uscite

Da Yaya Toure' a Perin: la rivoluzione in casa Inter

L’Inter per via del Fair Play finanziario dovrà ad ogni costo agire in maniera mirata sul mercato. Da sottolineare come il club abbia già impostato numerose operazioni per l'estate, sia in entrata che in uscita. Arriverà Murillo per 8 mliioni, mentre si incasseranno i soldi di Bonazzoli e Duncan dalla Samp (totale: circa 10 milioni). E si attendono i risultati di Sunderland, Bologna e Chievo, che dovrebbero poter riscattare Alvarez (11), Mbaye (3) e Schelotto (3), senza dimenticare l'obbligo di riscatto per 5 milioni che ha l'Estudiantes per Alvaro Pereira. Circa 22 milioni di incasso, da utilizzare per le rate di Shaqiri, di Dodò, Brozovic, Santon, Hernanes e anche Medel.

E allora ecco che ci sarà bisogno di uno o più sacrifici per allestire la squadra che ha in mente Mancini. “Il Mancio ha la giusta fissa di Yaya Touré, che il City vorrebbe blindare: compirà 32 anni a maggio, valore ragionevole 15 milioni”, conferma la Gazzetta dello Sport. Poi, Darmian (articolo di ieri): Cairo chiede 20 milioni, in mezzo potrebbe infilarsi l’altra metà di Benassi (valutata circa 3-3,5 milioni). Poi, due parametri zero: Gignac e Toulalan (articolo di qualche giorno fa). Lavezzi è nel mirino da due anni, e per sostituire Handanovic l’indiziato è Perin: 16 milioni la valutazione. Più volte visionato da vicino dal Milan che vorrebbe affidargli i galloni da titolare al termine della stagione, secondo quanto appreso da Calciomercato.com il club rossonero non è una piazza che in questo particolare momento può permettersi l'ingaggio (fra costo del cartellino e stipendio) del portiere del Genoa. L'Inter che è pronta a soffiarlo al Milan proprio come accaduto per Marcelo Brozovic nel corso dell'ultimo mercato invernale. 

Mettiamo che l’Inter, in entrata, faccia questa rivoluzione: come si possono sostenere investimenti simili? Ovvio che in prima fila per le cessioni ci sia Icardi: davanti a 40 milioni (Chelsea in pole, ma su di lui anche le due squadre di Manchester) l’Inter potrebbe cedere. Handanovic vuole la Champions e se arrivasse una squadra con 12 milioni potrebbe andare, su di lui è forte l’interesse di Roma e Barcellona. In più, Nagatomo potrebbe salutare come Vidic, Kuzmanovic e Palacio (ma solo se la caviglia darà problemi come nel corso di questa stagione). Occhio alla situazione di Hernanes: acquistato a 20 dalla Lazio, considerando l’ammortamento non dovrebbe andarsene a meno di 13, anche se nelle stagioni in nerazzurro ha dato meno di quanto si potesse pensare. Poi nel mercato mai dire mai. Se arrivasse un’offerta irrinunciabile per il giocatore rinato con Mancini, ovvero Guarin? E qui la scacchiera avrebbe altre pedine. Erick Thohir e il suo staff devono rimboccarsi le maniche: ci sarà tanto lavoro da fare per far tornare l'Inter ai vertici del calcio italiano ed europeo.

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6