NEWS

Thohir conia il nuovo motto Inter: no Champions, no problem

Sergio Stanco - 26-01-2015 - Letture: 2011

Il presidente dell'Inter concede un'intervista esclusiva a Goal.com

Thohir conia il nuovo motto Inter: no Champions, no problem

Dopo la sconfitta contro il Toro e il progressivo allontanarsi del terzo posto, sono in molti quelli che disegnano un futuro funesto per l'Inter. Ma proprio nel momento di massima crisi della sua gestione, il Presidente Thohir ci ha messo la faccia, tranquillizzando i tifosi dal portale Goal.com, al quale ha concesso un'intervista esclusiva: "E’ interessante sentire che dalla qualificazione in Champions dipende la nostra sopravvivenza, ma tutto si basa sempre sul 'si dice'… Ricordiamoci che l’Inter è tuttora il decimo brand più forte al mondo, e i nostri ricavi viaggiano allo stesso ritmo. I nostri ricavi in caso di mancata partecipazione alla Champions League resterebbero intorno ai 180/200 milioni di €, in caso di qualificazione alla Champions aumenterebbero di circa 20/30 milioni. In sostanza, no Champions League, no problem per l’Inter. E anche la mancata qualificazione in Europa League non rappresenterebbe un problema. Ovviamente, essendo noi uno dei dieci brand più importanti del calcio globale, con una tifoseria ben consolidata, dobbiamo pensare in grande. Finire noni o decimi non è da Inter, gli obiettivi devono essere Europa League o Champions League".

E qualora ce ne fosse ancora bisogno, Thohir ha rischiarato le nubi anche a livello societario e sul nuovo stadio: "Una mega sponsorizzazione come le hanno PSG e Manchester United è nei nostri programmi, e per questo abbiamo assunto gli uomini migliori a livello dirigenziale, come il CEO Michael Bolingbroke, o altre figure come il Chief digital revenue James White o il Chief stadium David Garth, oltre a Claire Lewis e Dan Chard. Ciò dimostra che non diamo importanza solo all’aspetto sportivo, ma anche a quello manageriale. Il nuovo stadio? San Siro è uno degli stadi migliori del mondo. Nei nostri studi sul nuovo impianto non lo abbiamo mai dimenticato. Ma esiste un’altra ottima area a Milano per lo stadio. Noi vogliamo lo stadio di proprietà ma al momento abbiamo accordi col Milan e con il comune e non possiamo stracciare contratti firmati. Dobbiamo e vogliamo coordinarci con il Milan per questa questione. Vogliono restare o andarsene da San Siro? E se vogliono andarsene, dove? Solo in questo modo possiamo preparare tutto nel migliore dei modi. Uno stadio di proprietà dà tantissimi vantaggi a partire dalla gestione diretta dei biglietti e degli sponsor. Possiamo costruire un bel museo, migliorare i posti a sedere, generare entrate con il branding. Al momento è ancora difficile. Il Milan ha Fly Emirates come sponsor e noi abbiamo Pirelli, ma allo stadio non si possono usare branding permanenti perchè condividiamo la struttura con loro. Vogliamo uno stadio coi nostri colori. Ma per ora rispettiamo i rapporti e gli accordi. Presto però bisognerà prendere un’altra direzione". Per l'intervista completa al Presidente dell'Inter Thohir clicca qui.

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6