NEWS

Stramaccioni rivendica Icardi e Kovacic

Sergio Stanco - 09-12-2014 - Letture: 804

Il tecnico dell'Udinese parla a Sportitalia

Stramaccioni rivendica Icardi e Kovacic

E' sicuramente l'uomo del giorno perché vincere a San Siro non è mai facile e regala un'emozione intensa, se lo fai con 1000 tifosi al seguito (che per una realtà come Udine è tanta roba) e da ex, la sensazione deve essere davvero indescrivibile: "Per noi era solamente una partita importante - ha detto Stramaccioni a Sportitalia nel corso della trasmissione Calcio€mercato - Avevamo tanta voglia di fare bene ed è normale che l’Udinese contro l’Inter giochi alla morte. Avevamo anche la spinta in più di avere tanti tifosi al seguito. E’ stata una soddisfazione esultare sotto i nostri tifosi a fine partita. Magari si parla poco di queste realtà per così dire provinciali, ma i 1000 di ieri a San Siro erano una gran cosa e ci hanno dato una carica in più".

Battere l'Inter, però, è stato anche un po' triste per un interista come lui: "Era meglio vincere col Milan", aveva detto appena dopo la gara. E il perché lo spiega ancora lui ai microfoni di Sportitalia: "Io non ho nessun sentimento di rivalsa verso nessuno dell’ambiente interista - ha continuato Strama - Ho un ottimo rapporto con tutti. Il presidente Moratti per me è stata una persona speciale. Gli sarò sempre riconoscente. Lui ha deciso di fare le sue valutazioni; mi ha spiegato che non si poteva andare avanti. Se anche sono state delle valutazioni strumentali, poi col tempo tutto quello che lui mi aveva preannunciato si è verificato. Non conosco Thohir. E’ di certo un grande manager. Ci vuole tempo per ricostruire un’Inter competitiva e gli auguro le migliori fortune. Al resto non ci penso perché ormai la mia casa è qui a Udine".

E quando gli chiedono un parere sull'Inter, Andrea nicchia per non interferire. Anche se su icardi e Kovacic un "sassolino" se lo vuole togliere... "Non sta a me giudicare cosa non sia andato nell’Inter durante il secondo tempo. Credo che l’Inter sia composta da giocatori di qualità. Credo che il mister deve solo trovare la quadratura del cerchio, perché ieri ha fatto un primo tempo di qualità, poi nella ripresa, anche grazie alla nostra spinta, sono calati. Non ho le competenze per parlare di una squadra che non alleno. Nella società ci sono persone di grande valore, come Piero Ausilio, tanti ragazzi giovani, come Kovacic e Icardi che avevo voluto io. E’ una squadra che sta ricostruendo dopo un ciclo di cui la squadra nerazzurra può vantarsi tuttora. Sono certo che l’Inter potrà tranquillamente tornare in alto, tra le grandi". E' quello che si augurano i tifosi nerazzurri, che comunque possono sempre godersi Icardi e Kovacic, due che sono all'Inter anche grazie a Strama...

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6