NEWS

Per l'Inter la sfida più dura non si gioca in campo

Marco Avena - 06-11-2014 - Letture: 496

Domani nerazzurri torchiati al quartier generale UEFA.

Per l'Inter la sfida più dura non si gioca in campo

Stasera sotto esame sarà Walter Mazzarri, ma domani toccherà ad Erick Thohir. I destini dell'Inter si giocano in modi e tempi differenti: il tecnico si gioca un bel pezzo di qualificazione ai sedicesimi di Europa League (oltre la faccia) nel match di Saint Etienne, mentre il presidente deve incassare il benestare della UEFA per quanto riguarda i conti.

Il problema sono i debiti del club nerazzurro: sono 250 milioni nell'ultimo triennio e 80 nell'ultima stagione 2013-14. Una situazione che è ben al di fuori dei parametri Uefa e delle norme del Fair Play finanziario. Una situazione che un paio di settimane fa portò all'addio di Massimo Moratti il giorno dell'assemblea, proprio a causa del dissenso con Thohir.

Il piano del club nerazzurro, suddiviso in quattro punti, è questo:
_ riduzione del monte-ingaggi
_ garanzia di sponsorizzazioni per tre anni, con  Pirelli, Nike e altri partner per 50 milioni a stagione
_ aumento dei proventi-stadio con la riqualificazione di San Siro
_ finanziamento attraverso Goldman Sachs di 250 milioni (progetto-Thohir presentato in primavera).

C'è però anche l'altra faccia della medaglia, perché i nerazzurri rischiano anche. Ecco cosa potrebbe succedere:
_ avvertimento.
_ multa
_ blocco del mercato
_ riduzione della rosa per le Coppe, da 25 a 21 giocatori
_ taglio dei proventi europei
_ esclusione dalle Coppe europee.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6