NEWS

Thohir insultato, fino ai limiti del razzismo

Andrea Bonino - 27-10-2014 - Letture: 1245

Deprecabile battuta di Ferrero, presidente della Sampdoria

Thohir insultato, fino ai limiti del razzismo

Erick Thohir quand’è sbarcato in Italia e ha deciso di avventurarsi alla guida dell'Inter si immaginava di dover affrontare tante cose ma non gli insulti gratuiti, quasi al limite del razzismo, da parte di un collega. Fortuna che alla fine tutto s’è chiarito e la questione è immediatamente rientrata finendo nel catalogo delle battute di cattivo gusto o mal riuscite.

Ma riavvolgiamo il nastro. Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ieri sera commentava così le dimissioni di Massimo Moratti a Stadio Sprint: «E’ ingiusto che sia stato trattato così: sono molto dispiaciuto per lui. Io glie l’avevo detto: caccia quel filippino. Che l’hai preso a fa? È venuto dall’Indonesia per insultare un emblema. A Thohir voglio bene, ma non mi deve toccare Moratti. Doveva difenderlo e non lo ha fatto».

Il patron doriano ha provato per l’ennesima volta ad essere simpatico e, pensando di fare una battuta, ha scatenato l’ira sul web. Un’ironia becera, sfociata questa volta in cialtroneria. Una battuta che oltretutto ha rischiato di essere tacciata di razzismo. Poche ore dopo lo stesso Ferrero s’è scusato auto-censurandosi: «Non volevo mancare di rispetto né al signor Tohir, nè ai dirigienti dell’Inter, né tantomeno alle gente delle Filippine alla quale da sempre mi legano rapporti bellissimi. Era un solo un modo (alquanto bizzarro, ndr) per elogiare Moratti che per 20 anni ha dato tanto al calcio italiano». Peccato che questa volta nessuno abbia capito le sue intenzioni. 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6