NEWS

Svolta epocale all’Inter. Moratti si dimette. Finisce un'era

Andrea Bonino - 23-10-2014 - Letture: 2305

Dopo i dissapori con Mazzarri si dimettono anche il figlio, Ghelfi e Manzonetto

Svolta epocale all’Inter. Moratti si dimette. Finisce un'era

Che l’atmosfera in casa Inter fosse irrespirabile lo si era capito negli ultimi giorni, ma da qui ad immaginarci quello che è successo oggi assolutamente no. Massimo Moratti s’è dimesso dall’incarico di presidente onorario: finisce così un’epoca iniziata nel lontano 1955 con suo papà Angelo e continuata con lui a bordo per 18 anni. L’ex numero uno del club nerazzurro ha comunicato la sua decisione ad Erick Thohir e al club nerazzurro attraverso un comunicato la Internazionale Holding Srl, la società di famiglia proprietaria del 29,5% del club. 

«Internazionale Holding Srl, società facente capo al dottor Massimo Moratti e ai suoi figli, dott. Angelomario Moratti e dott. Giovanni Moratti - si legge nella nota - comunica che in data odierna il dott. Angelomario Moratti, il dott. Rinaldo Ghelfi e il dott. Alberto Manzonetto hanno rassegnato ciascuno a titolo individuale le proprie dimissioni dalla carica di consigliere di amministrazione della società F.C. Internazionale Milano S.P.A.. Internazionale Holding Srl comunica inoltre, che il dott. Massimo Moratti in data odierna ha rinunciato alla carica di presidente onorario di F.C Internazionale Milano Spa gentilmente offertagli da Mr Erik Thohir nel novembre dello scorso anno».

Un fulmine a ciel sereno che ha lasciato esterrefatti tutti a Milano, compreso il magnate indonesiano, che s’è detto “stupito” dall’improvvisa decisione. Molto probabilmente alla base delle dimissioni ci sono le ultime incomprensioni con Walter Mazzarri e il gelido botta e risposta dei giorni scorsi. «Le parole di Moratti? Sono concentrato sulla partita col St.Etienne. Non ho tempo di pensare ad altro o di disperdere energie per rispondere a qualcosa o qualcuno», ha risposto il tecnico nerazzurro durante la conferenza stampa di ieri (leggi qui). Una notizia che rischia di scuotere ancor più negativamente un ambiente sempre più sull’orlo di una crisi di nervi. 

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6