NEWS

Inter, pazza idea per sostituire Mancini

Gatto Luigi - 16-07-2016 - Letture: 4340

La guerra fredda all'interno dell'Inter non sembra voler finire

Inter, pazza idea per sostituire Mancini

Nessun ridimensionamento del caso Mancini. Passano i giorni e cresce l'attesa e aumentano le pressioni e ​le incertezze in casa Inter. Il tecnico ha incontrato Bolingbroke, tornato dalle vacanze a Los Angeles per incontrare l'allenatore solo per pochi minuti ("abbiamo parlato di alcune cose" ha detto il Mancio dopo la sconfitta in amichevole contro il CSKA Sofia) e la guerra fredda all'interno dell'Inter non sembra voler finire. Si va al muro contro muro che si sposta dalle montagne di Riscone di Brunico agli States. L'Inter parte quest'oggi alla volta degli Stati Uniti dove i nerazzurri daranno vita alla seconda parte del ritiro 2016/2017 e dove affronteranno in amichevole per l'International Champions Cup, fra le altre, PSG e Bayern Monaco.

Ed è proprio dall’altra parte dell’Atlantico che avverrà il faccia a faccia decisivo per il futuro tecnico dei nerazzurri. Al più tardi il 26 luglio a New York Mancini incontrerà il presidente Erick Thohir, che potrebbe raggiungere la truppa interista a Portland tra il 22 e il 23 luglio, e capirà se andare avanti o meno, se ha ancora la fiducia della dirigenza e se ci sono i margini per ricucire lo strappo con la nuova proprietà. Mancini non è stato informato dell'esito della trattativa con Suning e ha scoperto della chiusura dell'affare solo dai giornali e dalle tv, inoltre non sta partecipando attivamente al mercato (un inedito per lui, abituato a 'mettere il becco' in ogni affare) e pretende chiarezza e onestà. Mancini vorrebbe avere un chiarimento con il chairman di Suning mister Zhang Jindong, incontrato solo una volta ma ai piani alti nerazzurri gli è stato fatto presente che il nuovo azionista di maggioranza ha delegato tutto a Thohir quindi, salvo ripensamenti, non ci sarà un contatto diretto tra Mancio e Suning.
Real Madrid v Club Atletico de Madrid - UEFA Champions League Final
Secondo "La Gazzetta dello Sport" al momento sono due le ipotesi per rimpiazzare Mancini in caso di prematuro addio: Leonardo o Cesare Prandelli. Il piano interista prevederebbe l'ingaggio di una sorta di traghettatore che dovrebbe guidare l'Inter solo nella prossima stagione e in questo senso va vista la candidatura di Leonardo che potrebbe assumere la guida tecnica dell'Inter nel 2016/2017 per poi essere 'promosso' in dirigenza con un ruolo dirigenziale. Tutto questo per permettere all'Inter di ingaggiare Diego Simeone nel 2017/2018. Difficilmente Bielsa (altro candidato) e Prandelli accetterebbero di fare da traghettatori.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6