NEWS

Nuova vita per l'ex "Golden Boy" Ched Evans dopo lo stupro e il carcere

Andrea Bonino - 03-01-2015 - Letture: 675

L'attaccante gallese esiliato dall'Inghilterra: lo accoglie Malta

Nuova vita per l'ex "Golden Boy" Ched Evans dopo lo stupro e il carcere

Forse non tutti si ricorderanno di Ched Evans, ma quel che è certo è che una seconda possibilità la merita chiunque. La pensano così i maltesi dell'Hibernians. L’ex attaccante del Manchester City e dello Sheffield United, oramai ex promessa del calcio gallese dopo due anni e mezzo trascorsi in carcere per lo stupro di una 19enne in una stanza di albergo di Rhyl, Galles del Nord, nel 2011, ora è pronto a ricominciare da capo. A 26 anni ha cercato di riprendere in mano la sua vita e la sua carriera ed ha iniziato a bussare alla porta di diversi club della Championship League, la serie B ingelse.

Peccato che, dopo quello che ha combinato, tutte le squadre interpellate gli abbiano sbattuto la porta in faccia, costretti a rifiutare a causa della ribellione della totalità dei tifosi, inorriditi dall’idea di avere in squadra “lo stupratore”. D’altronde superare i pregiudizi della gente è difficilissimo, nonostante lui si sia sempre professato innocente, giurando che la giovane fosse consenziente. Ma proprio quando il ragazzo stava per gettare la spugna, è arrivata l’offerta della squadra di Paola, Malta, che gli ha offerto un contratto a tempo: sei mesi, fino a fine stagione, per dimostrare di essere un uomo diverso e per riabilitarsi dopo aver scontato la sua pena dietro le sbarre. 

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6