NEWS

Povero Gazza, adottato dai vecchi nemici...

Marco Avena - 25-11-2014 - Letture: 1533

Gli ex rivali di un tempo lo stanno aiutando.

Povero Gazza, adottato dai vecchi nemici...

Paul 'Gazza' Gascoigne non ha mai perso il vizio dell'alcol, i problemi di salute nel tempo si sono inaspriti e le difficoltà economiche hanno fatto il resto. Eppure c'è chi si è preso a cuore il suo caso. Non il suo vecchio club, il Tottenham, ma i grandi rivali di un tempo: l'Arsenal.

Già, proprio i Gunners stanno dando una mano al povero Gazza. Lo ha raccontato lo stesso ex giocatore della Lazio al Sun: "Ho telefonato al fisioterapista dell'Arsenal, Gary Levin, e gli ho detto che non stavo benissimo. Mi ha detto di andare in ospedale perchè temeva fosse una polmonite. E Wenger ha acconsentito di pagare 28 mila sterline per le mie cure, e altre 22 mila le ha sborsate l'Arsenal per il mio problema all'anca".

Gascoigne ha anche raccontato qual è stata l'accoglienza del Tottenham l'ultima volta che ha chiesto al club di andare a White Hart Lane per una partita degli Spurs: "Nel 2011, quando il Tottenham ha incontrato il Real Madrid in Champions, mi è stato detto che se volevo vedere la partita c'erano solo due biglietti a 60 sterline. L'ho dovuta guardare sotto il box della dirigenza, dove c'erano ex calciatori che avevano giocato 30 anni prima di me...".

Gascoigne ha spesso sbagliato nella vita ("Non c'è niente di sbagliato in me, almeno finchè non prendo in mano una lattina"), ma una nuova occasione gliela stanno dando oggi proprio i grandi rivali di un tempo, nella speranza che stavolta Gazza non sbagli di nuovo...

Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6